Categorie
celebrity

Kendall Jenner rivela come ha sconfitto l’acne

Kendall Jenner ha parlato della sua lotta contro l’acne, problema contro il quale combatte fin da quando era adolescente.

“Ho cercato di capire per così tanto tempo perché la mia pelle stava scoppiando”, ha detto la modella. “Erano ormoni? Era quello che mangiavo? Sono allergica a qualcosa? Sto usando i prodotti sbagliati?”.

Come si legge su EOnline, la venticinquenne ha compreso quanto la dieta avesse un impatto sull’aspetto della sua cute. Kendall Jenner ha detto che “ha deciso di eliminare i latticini”, ma “non del tutto”, sia chiaro.

“Amo il formaggio quindi è difficile per me rinunciarci”, ha ammesso. È questa modifica ai suoi pasti (oltre a bere un sacco di acqua) che “onestamente mi ha aiutato così tanto”, ha specificato.

“È una benedizione e una maledizione crescere sotto i riflettori perché non è sempre stato carino e non ho sempre saputo cosa fare o quale fosse il trucco giusto”, ha continuato Kendall.

La sorella di Kylie Jenner è diventata il volto di Proactiv, i cui prodotti l’hanno aiutata a superare questo problema.

“È stato un lungo viaggio ma sono eccitata per dove è arrivata la mia pelle ora”, ha specificato.

Che cos’è l’acne.

L’acne è un processo infiammatorio del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea annessa al follicolo che colpisce viso, spalle, schiena e torace, manifestazione tra le più comuni nei ragazzi tra i 14 e i 18 anni.

In Italia, secondo i dati dell’Associazione Dermatologia e Cosmetologia (www.aideco.org), interessa fra l’80% e il 90% della popolazione giovanile, con una maggiore incidenza nelle ragazze.

Specialmente quelle di età compresa fra i 13 ed i 15 anni, rispetto ai soggetti di sesso maschile, i quali risultano maggiormente colpiti fra i 15 ed i 17 anni.

L’acne sarebbe una delle cause della maggiore esposizione degli adolescenti alla depressione secondo uno studio dell’Università di Calgary (Canada), pubblicato sul ‘British Journal of Dermatology’.

Secondo la ricerca un anno dopo la diagnosi medica dell’acne, il rischio di depressione aumenta del 63% rispetto al gruppo di controllo (persone senza acne).