Kate Middleton sempre più magra: la non dieta della Duchessa

Kate Middleton, abito porpora alle nozze di Eugenia

ROMA – Perdere fino a 9 chili con la dieta di Kate Middleton non è difficile, basta seguire la non dieta di Louise Parker. Kate Middleton è tornata più un forma che mai: in occasione del matrimonio della principessa Eugenia, la Duchessa di Cambridge ha sorpreso tutti con un abitino color porpora firmato Alexander McQueen. A 6 mesi dal suo ultimo parto, Kate è apparsa di nuovo super magra e tutte si sono chieste come abbia fatto a perdere i chili della sua gravidanza (la terza!) in così poco tempo.

Ebbene, il segreto che si nasconde dietro la forma fisica della Duchessa è la NON DIETA di Louise Parker, un regime alimentare sano che non si basa su una dieta restrittiva e che promette una eccellente perdita di peso, fino a due taglie. Louise Parker è una esperta di nutrizione e fitness britannica, molto famosa in Inghilterra, che ha scritto il libro Lean For Life, divenuto un best seller in Gran Bretagna.

Il metodo “anti-dieta” di Louise Parker è stato seguito, all’inizio, dall’attrice Emma Thompson che ha perso ben 9 chili (circa due taglie!) in circa due mesi. Successivamente, anche Kate Middleton sembra abbia scelto questo stile alimentare per tornare in forma dopo la sua terza gravidanza e (stando alle ultime foto apparse della Duchessa) con risultati incredibili!

Come funziona questo programma alimentare? Innanzitutto è bene sottolineare che si tratta di uno stile alimentare sano e equilibrato, che prevede pochi carboidrati (senza eliminarli completamente!) e la giusta quantità di attività fisica.

Perché dieta non dieta? Il metodo Louise Parker viene chiamato anti dieta perché non prevede di pesare porzioni o contare calorie. Al contrario, fornisce una semplice lista di cibi indicati a perdere peso e che aiuteranno a smuovere il metabolismo e a fare il pieno di energie. Il piano prevede soprattutto alimenti con un basso indice glicemico e richiede almeno 10mila passi al giorno o 15 minuti di aerobica.

La non dieta di Louise Parker prevede 5 pasti al giorno: colazione, pranzo, cena e due spuntini a metà mattina e pomeriggio.Il menu tipico è costituito da una colazione a base di un frullato proteico e di una omelette di albumi. A pranzo e cena invece preferite le proteine, puntando su carne, pesce o legumi, ma anche tofu e tempeh. L’importnte è che la cottura sia semplice: alla griglia o al vapore. In ogni pasto deve essere presente una porzione di verdure, condite con olio extravergine d’oliva (un cucchiaio) e frutta secca. Aggiungere anche 30 gr di carboidrati come una fettina di pane o una frisella.

Durante la giornata è possibile consumare due spuntini per combattere la fame nervosa, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio. E’ possibile scegliere un frutto di stagione ma anche due quadratini di cioccolato fondente per calmare la voglia di dolce. Importante è bere almeno 2 litri d’acqua al giorno.

Nonostante si tratti di un regime alimentare piuttosto sano, come sempre prima di iniziare la dieta è bene consultare il proprio medico curante. Il metodo Parker, infatti, benché equilibrato, esclude alcune categorie di alimenti e per questo è importante avere un consulto medico.

Potrebbero interessarti anche...