Categorie
celebrity

Justin Bieber parla del diavolo: il gesto che preoccupa i fan

SYDNEY – Justin Bieber parla del diavolo in uno dei suoi ultimi video postati sui social. Il cantante canadese continua a dare prova della sua fede in Cristo, cantando canzoni religiose, che parlano anche del demonio. Justin è ormai vicinissimo al pastore Carl Lentz e alla moglie Laura. Carl è a capo della chiesa Hillsong di New York  a New York, dove si recano anche molti vip.  D’altra parte l’amicizia tra la popstar e Carl è di lunga data: si conoscono da quasi dieci anni. La prima volta che il cantante ha incontrato Carl aveva 14 anni.

Solo qualche senttimana fa Justin Bieber aveva condiviso una frase su Instagram, che non era sfuggita ai suoi fan. L’ex fidanzato di Selena Gomez ha scritto: “Io seguo Gesù”. Elementi che fanno pensare a un forte avvicinamento di Justin a Dio. Vero è che Justin aveva già reso nota la sua ammirazione per la figura di Gesù, senza tuttavia lasciare intendere di essere seguace di una fede in particolare.

“Onestamente, vorrei vivere come Gesù”, ha detto nel 2015 a Complex in una lunga intervista, citata da Rolling Stone. “Non essere Gesù. Non potrei mai, non voglio essere frainteso. Ha creato una bellissima via per amare le persone ed essere gentili. Se ci credi, lui è morto per i nostri peccati”.

In quell’occasione Justin Bieber ha chiarito di non sentirsi religioso, visto che è contro quelle “cose davvero strane che succedono nelle chiese” e quell’attitudine da “io credo più di te” di alcuni cristiani. L’artista ha però sottolineato come la sua vita sia stata trasformata dalla fede.

“Abbiamo la più grande medicina di tutte e il suo nome è Gesù Cristo”. Poi ancora: “E lui è davvero un guaritore. Ecco cos’è. È tempo che ora tutti condividano i loro pensieri. Che facciano sentire le loro voci, in qualsiasi cosa credano. Ditelo. Io non riuscivo più a tenere dentro questa cosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.