celebrity

Harry, arriva il libro memoriale e il suo ghostwriter è un nome che conta

Harry, arriva il libro memoriale e il suo ghostwriter è un nome che conta

Il principe Harry ha scritto un libro-memoriale, che uscirà a ottobre in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

Nel volume il figlio di Lady Diana parlerà della sua vita e della sua educazione.

Ma anche e soprattutto del matrimonio con Meghan Markle, che include anche il trasferimento negli States.

Ad aiutarlo c’è anche un ghostwriter, J.R. Moehringer, giornalista e scrittore vincitore del Pulitzer.

Non è chiaro come i due siano stati messi in contatto.

E’ possibile che lo scrittore sia stato presentato a Harry da George Clooney, che sta trasformando il libro di memorie di Moehringer, “The Tender Bar”, in un film.

Le dichiarazioni del principe Harry sul libro in uscita.

“L’ho scritto non come il principe che sono nato ma come l’uomo che sono diventato”, ha spiegato Harry, specificando:

“Sono eccitato dal fatto che la gente possa leggere un resoconto di prima mano della mia vita che è accurato e pienamente veritiero”.

“Ho indossato molti cappelli nel corso degli anni, sia in senso letterale che figurato”.

“La mia speranza è che nel raccontare la mia storia, gli alti e bassi, gli errori, le lezioni apprese, possa aiutare a dimostrare che non importa da dove veniamo, abbiamo più cose in comune di quanto pensiamo”.

“Sono profondamente grato per l’opportunità di condividere ciò che ho imparato nel corso della mia vita finora”.

Il principe si dice “entusiasta che le persone leggano un resoconto di prima mano della mia vita che sia accurato e del tutto veritiero”.

Harry e Meghan, l’annuncio del libro.

“Per la prima volta, il principe Harry, il duca del Sussex, condividerà il resoconto definitivo delle esperienze, avventure, perdite e lezioni di vita che hanno contribuito a plasmarlo.

“Le sue memorie intime e sentite copriranno la sua vita sotto gli occhi del pubblico dall’infanzia fino ai giorni nostri, compresa la sua dedizione al servizio”.

“Il dovere militare che lo ha portato due volte in prima linea in Afghanistan e la gioia che ha trovato nell’essere un marito e padre”.