Categorie
celebrity

Non solo Harry e Meghan, gli altri reali che hanno un loro lavoro

Il principe Harry ha trovato un lavoro nella Silicon Valley come manager in BetterUp.

La startup da oltre un miliardo di dollari che ha assunto il principe è attiva nel coaching professionale e nelle consulenze sul benessere psicologico nei posti di lavoro.

Nel suo nuovo ruolo di ‘chief impact officer’, il principe contribuirà alle decisioni sulla strategia di prodotto e sulle iniziative di beneficenza di BetterUp.

Questo permetterà ad Harry di emanciparsi economicamente dalla famiglia reale.

Lo stesso principe ha svelato che da quando ha scelto di fare un passo indietro dai suoi impegni verso la Corona, il padre Carlo ha tolto lui i fondi.

“Voglio aiutare a creare un impatto sulla vita della gente”, ha spiegato Harry al Wall Street Journal illustrando il perché ha deciso di accettare l’incarico.

A questo lavoro si aggiungono gli accordi ultramilionari che Harry ha siglato insieme alla moglie Meghan con Netflix e Spotify.

Ma il figlio di Lady Diana non è l’unico nobile ad avere un proprio lavoro. Vediamo chi lo ha preceduto.

I reali che hanno un lavoro come Harry.

La principessa Beatrice è Vice Presidente nell’ambito Partnerships and Strategy presso l’azienda tecnologica Afiniti.

La cugina di Harry ha collaborato con la società di investimenti Sandbridge Capital e prima ancora ha ricoperto il ruolo di produttore intermedio di coordinamento presso il Sony Pictures Entertainment.

La principessa Eugenia è direttrice della galleria d’arte Hauser & Wirth.

In passato ha vissuto a New York per un anno, lavorando per la società di aste online Paddle8.

Zara Tindall, figlia della principessa Anna, Zara, è una cavallerizza professionista.

Nel gennaio 2020 è diventata direttrice dell’ippodromo di Cheltenham, nella contea inglese del Gloucestershire.

Il fratello di Zara, Peter Phillips, ha lavorato per la Jaguar come responsabile dell’ospitalità aziendale e poi per il team corse Williams.

E’ stato manager per RBS, prima di lasciare nel 2012 per diventare amministratore delegato dell’agenzia di sport e intrattenimento SEL UK.