Categorie
celebrity

Gisele Bündchen: “Ecco perché ho smesso di sfilare per Victoria’s Secret”

NEW YORK – Gisele Bündchen: “Ecco perché ho smesso di sfilare per Victoria’s Secret“. L’8 di novembre gli angeli del brand di lingerie americano sfileranno a New York (lo show sarà trasmesso su ABC il 2 di dicembre). Proprio in questi giorni il britannico Daily Mail ha dedicato un articolo a uno degli ex angeli più famosi nella storia di V.S.

Dal 1999 Gisele ha calcato la passerella di Victoria’s Secret.  Nel suo libro Lessons: My Path to a Meaningful Life la modella ha rivelato che all’inizio del suo contratto era “così felice” di aver guadagnato sicurezza finanziaria. Ha detto che il marchio costituiva l’80% del suo reddito annuale, tuttavia, quando il 2006 è arrivato, era incerta se volesse o meno continuare ancora una volta.

“Per i primi cinque anni, mi sono sentita a mio agio nello sfilare in lingerie, ma col passare del tempo, mi sono sentita sempre meno a mio agio a farmi fotografare sulla passerella indossando solo un bikini o un perizoma”, ha scritto Gisele Bündchen. “Datemi una coda, un mantello, le ali – per favore, qualsiasi cosa per coprirmi un po’!”. “Ero certamente grata per l’opportunità e la sicurezza finanziaria che mi aveva dato la compagnia, ma ero in un altro posto nella mia vita, e non ero sicura di voler continuare a lavorare lì”, ha detto.

“Ho accartocciato due pezzetti di carta e li ho messi dentro una tazza da tè vuota”, ha ricordato la moglie di Tom Brady, spiegando che ha scritto le parole” sì “e” no “su ciascuna”.  “Ho chiuso gli occhi e ho deciso: qualunque foglio di carta sarebbe uscito sarebbe stato il mio”. E no fu. “Era la risposta che inconsciamente volevo sentire. Era anche la risposta che il mio corpo voleva sentire, e credo, aveva cercato di dirmi per giorni.”