celebrity

Gabriela Peacock, la nutrizionista della principessa Beatrice sostiene questo tipo di dieta

Gabriela Peacock, la nutrizionista della principessa Beatrice sostiene questo tipo di dieta

Beatrice di York è apparsa in gran forma a Wimbledon. La principessa aspetta il suo primo bebè dal marito Edoardo Mapelli e insieme si sono recati come spettatori al torneo di tennis più famoso del pianeta.

La nipote della regina è seguita dalla nutrizionista di origine ceca Gabriela Peacock, che avrebbe tra i suoi clienti anche Eugenia, sorella di Bea e in passato il principe Harry.

Peacock ha scritto anche un libro, “2 Weeks to Feeling Great“, che sostiene il digiuno intermittente, uno dei regimi alimentari più in voca a Hollywood.

Beatrice di York, che è la madrina della figlia di Peacock, Iris, è la prima fan della sua nutrizionista, al punto che ha espresso il suo favore specificando che nel libro ci sono “linee guida efficaci e realistiche da seguire indipendentemente da ciò che stai facendo durante la giornata”.

Come si legge su People, Peacock non avrebbe previsto per la principessa una dieta speciale ora che è in maternità, dice che

“Come tutti gli amici, cerco di essere utile, indipendentemente dai cambiamenti di vita che attraversano”. Aggiunge: “Parlo sempre di nutrizione, quindi penso che si ripercuota leggermente sui miei amici!”.

Peacock sostiene il digiuno intermittente, che si tratti dell’approccio 4:3 (mangiare 500 calorie a giorni alterni con un giorno libero in cui sfogarsi) o del piano 16:8 (che prevede il digiuno per 16 ore durante la notte).

La nutrizionista spiega che è stato scientificamente dimostrato che è benefico per tutto il corpo, non solo per la perdita di peso:

“È antinfiammatorio, previene le malattie cardiovascolari ed è anti-invecchiamento, il che è fantastico. E funziona davvero per lo stile di vita dei miei clienti”.

I rischi del digiuno intermittente.

Non tutti concordano con i benefici del digiuno intermittente, soprattutto se si cede al fai da te e non ci si affida ai dei professionisti, ancora molto restii nell’optare per queste soluzioni alimentari drastiche.

Un studio presentato al congresso annuale della Società Europea di Endocrinologia tenutosi a Barcellona nel 2018, ha mostrato che questa popolare dieta fast, anche se può fa perdere peso, nuoce al metabolismo e aumenta la produzione di insulina.

Praticare il digiuno intermittente, nello specifico, aumenterebbe la ‘pancetta’ e il rischio di diabete di tipo 2.