Categorie
benessere

Yoga, meglio praticarlo al mattino o di sera: le differenze

Lo yoga ha conosciuto un vero boom in questo ultimo anno a causa della pandemia da Covid-19.

Ansia e stress sono entrati con prepotenza nelle nostre vite e trovare delle forme di rilassamento capaci di alleviare i sintomi è diventato fondamentale per molti.

La pratica yoga non cura le malattie, ma può aiutare a mantenere uno stile di vita sano, che giova al buon funzionamento del sistema immunitario.

Praticare yoga al mattino: benefici.

Quando ti svegli alle 5:30 sei consapevole che avrai a disposizione un momento della giornata in cui quasi nessuno è sveglio e i rumori all’esterno saranno limitati.

Ti aiuterà a risvegliare la mente e il corpo gradualmente e a tenere a freno l’ansia, che al mattino si manifesta in tutta la sua forza, soprattutto se resti al letto al buio.

Per dare un ottimo input alla giornata bene venga lo yoga dinamico in questa fase.

Lo yoga è quindi un allenamento anche per il cervello e per lo spirito.

Aiuta a concentrarsi, migliorando la nostra capacità di trovare e mantenere un focus, permette di controllare ed eliminare i pensieri negativi.

Yoga alla sera: benefici.

C’è chi preferisce dedicarsi alla pratica di sera, magari dopo il lavoro per resettare la mente, rilassare il corpo e arrivare preparati alla fine della giornata.

Di notte, in generale, è meglio optare per posture che ci rilassano, evitando un’eccessiva attivazione.

Ricorda anche che meditare aiuta ad addormentarti meglio, così come tenere lontani strumenti elettronici come cellulare e tablet.

Respiro consapevole, perché è importante.

Il respiro è ormai diventato protagonista delle pratiche e tecniche di rilassamento. 

La consapevolezza del respiro stesso può essere un modo per soffermare l’attenzione su un’azione precisa, avvertibile, che distolga dal pensiero fisso delle ossessioni che ci assalgono.

Potete seguire diversi tutorial on line per attuare il respiro consapevole, oppure rivolgervi a uno psicologo esperto di tecniche mindfulness.