Gambe stanche e pesanti, rimedi naturali: prova questa pianta

Gambe stanche e pesanti, rimedi naturali: prova questa pianta

26 Febbraio 2022 - di Claudia Montanari

Soffri di gambe stanche e pesanti e vuoi puntare su qualche rimedio naturale? Prova il pungitopo, una pianta che ha proprietà diuretiche, previene edemi e infiammazioni, rendendolo un buon alleato per alleviare i problemi legati alla cattiva circolazione



Molte piante medicinali fanno già parte del nostro kit di rimedi naturali per ridurre alcuni dei nostri problemi di salute (sempre su prescrizione dei nostri medici). Oggi ci concentriamo sul pungitopo, una pianta che ha molteplici proprietà di cui possiamo beneficiare.

Tutte le proprietà del pungitopo, rimedio contro le gambe stanche

Tradizionalmente, il pungitopo è da sempre utilizzato come diuretico. Molto studi suggeriscono anche delle proprietà venotniche interessanti. Cosa vuol dire? Che favorisce la contrazione delle vene e facilita la circolazione del sangue.

Inoltre, aiuta a prevenire edemi e infiammazioni, motivo per cui il suo principale utilizzo in medicina è per alleviare i problemi legati alla cattiva circolazione come proprio le gambe stanche e pesanti.

Il calore è uno dei fattori che aggrava uno dei problemi di salute più comuni, soprattutto nelle donne, ovvero l’insufficienza venosa cronica. Responsabili della famosa sensazione di “gambe stanche”, i problemi di circolazione alle gambe sono causati da un malfunzionamento delle valvole venose che partecipano al ritorno del sangue al cuore all’interno del processo circolatorio e colpiscono principalmente gli arti inferiori.

I pungitopo contiene anche un’altra sostanza interessante: il rutoside, che gli conferisce un’attività nota come effetto della vitamina P. Questo significa semplicemente che migliora e protegge la resistenza dei capillari.

Tutte qutte queste proprietà hanno reso il pungitopo una pianta molto gettonata anche nel mondo della cosmesi. In effetti, l’estratto di pungitopo applicato localmente favorisce la riduzione degli arrossamenti e nasconde i piccoli capillari della pelle del viso.

Come utilizzare il pungitopo

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), ne approvano l’uso tradizionale per alleviare il disagio associato a lievi disturbi venosi (sensazione di gambe stanche e pesanti, doloranti o gonfie) ed emorroidi (sensazione di prurito e bruciore). Gli esperti ne consigliano l’assunzione sotto forma di preparati farmaceutici (capsule, compresse, ecc…). Se viene somministrata come crema venotonica, si consiglia di applicarla con dei massaggi ascendenti.

Alle dosi raccomandate non sono stati descritti effetti collaterali o controindicazioni.

Tags