6 cibi vegani falsi amici della dieta

6 cibi vegani falsi amici della dieta

8 Luglio 2022 - di Silvia

Tendenzialmente i cibi vegani hanno una densità calorica bassa. Questo li rende alimenti che possono far parte di uno stile alimentare vantaggioso per chi desidera mantenere il peso oppure deve intraprendere un percorso volto al calo ponderale. Tuttavia, non sempre un cibo vegano è da considerarsi dietetico tout court. Alcuni alimenti potrebbero avere più zuccheri dell’alternativa classica. Uno degli esempi più classici è la bevanda vegetale. Nella maggior parte dei casi contiene zuccheri aggiunti. E’ importante per questo controllare la lista degli ingredienti, optando per tipi sugar free, ossia che abbiano solo quelli naturalmente presenti nella bevanda.

Il dottor Duane Mellor, dietista presso l’Aston Medical School di Birmingham, ha affermato che i consumatori credono che i prodotti vegani siano salutari, ma ha affermato che è importante controllare l’etichetta ed essere consapevoli che “solo perché qualcosa è a base vegetale non significa che sia salutare”. “Controlla il sale e ricorda, a differenza della carne, molti sostituti della carne vegani non contengono gli stessi livelli di ferro e vitamina B12 essenziali per la salute, mantenendo i nostri globuli e nervi funzionanti”, ha aggiunto il dottor Mellor.

Per esempio, le salsicce, gli spezzatini e la pancetta vegane sono solitamente fatte con proteine di soia e grano o proteine di piselli. A differenza della carne, queste forme di proteine sono povere di aminoacidi essenziali, necessari per la salute delle ossa, la riparazione dei tessuti e l’assorbimento dei nutrienti. Gli studi hanno anche dimostrato che il corpo assorbe circa il 2% in meno di proteine dai sostituti vegani rispetto alla carne reale.

I sostituti del formaggio a base vegetale hanno scarso valore nutritivo. Di solito vengono fatti utilizzando amido e oli vegetali, come olio di cocco e olio di palma, quali ingredienti principali per farlo sembrare vero. L’acido laurico, il principale tipo di grasso saturo nell’olio di cocco, aumenta i livelli di “colesterolo cattivo”, noto come lipoproteina a bassa densità (LDL).

Gli yogurt a base vegetale, che di solito sono fatti con soia fermentata o latte di cocco, possono contenere solo un decimo delle proteine ​​dello yogurt normale, raddoppiare le calorie ed essere ricchi di grassi saturi. Le versioni vegane dei dolci come il cornetto hanno spesso calorie, zucchero e sale simili alle versioni tradizionali. Attenzione anche ai burger vegani. Quelli industriali sono sempre cibi ultra elaborati. Possono arrivare a contenere anche lo zucchero. Meglio affidarsi a dei bistrot vegani o farli da soli a casa. Foto di Michael Wave da Pixabay.