Categorie
bellezza

Disintossicarsi dopo le abbuffate: ecco i cibi che depurano

ROMA – Depurarsi dopo le abbuffate natalizie a tavola. Basta scegliere i cibi giusti per disintossicare il fegato. Iniziando, però, sempre da un elemento base per il nostro organismo: l’acqua. 

Gli esperti consigliano di bere subito, appena svegli, almeno mezzo litro di acqua, meglio se tiepida, se si vuole con l’aggiunta di qualche goccia di limone. 

Ma perché il limone? Perché è uno degli alimenti dalle proprietà disintossicanti, come ha spiegato a Repubblica Simona Vignali, direttrice della Scuola Integrata Moderna di Ayurveda.

  • Limone: questo agrume stimola il rilascio di enzimi e favorisce la trasformazione delle tossine in una forma solubile in acqua che può così essere eliminata più facilmente dall’organismo.
  • Barbabietole: sono una grande fonte di vitamine B3, B6, C, beta-carotene, magnesio, calcio, ferro e zinco. Sono tutti elementi necessari per favorire l’eliminazione delle tossine dall’organismo.
  • Verdura a foglia verde: spinaci, insalata, sedano, cicoria e simili grazie alla loro alta concentrazione di clorofilla disintossicano dai metalli pesanti, dagli inquinanti e dalle tossine.
  • Broccoli e cavolfiori: le Crucifere hanno effetti benefici sull’organismo grazie all’elevato contenuto di antiossidanti. I broccoli in forma di germoglio contengono più sostanze nutritive rispetto all’ortaggio adulto, soprattutto più sulforafano, sostanza che attiva importanti enzimi detossificanti e antiossidanti. Per godere appieno delle loro proprietà andrebbero mangiati crudi o cotti al vapore solo per qualche minuto. 
  • Carciofi: depurano fegato e cistifellea, aumentando la secrezione di bile da parte delle cellule epatiche e favorendo il flusso della bile dalla cistifellea, dove si accumula, all’intestino. Hanno anche proprietà diuretiche: facilitano, cioè, lo smaltimento delle tossine
  • Tè verde: composto da foglie che non hanno subito alcun processo ossidativo, questo tè è il più ricco di antiossidanti, in particolare di catechine, che stimolano la funzionalità del fegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.