bellezza

I cosmetici cinesi di qualità guadagnano slancio sul mercato

Secondo quanto riportato dal China Daily, i cosmetici made in Cina stanno guadagnando slancio sui mercati esteri grazie alla qualità e alla quantità dei prodotti.

Sebbene siamo stati abituati a pensare al make up cinese come un’alternativa low cost di qualità inferiore ai brand europei, sembra che il Paese del Sol Levante si stia aprendo la strada verso l’esportazione di prodotti di qualità.

Citando i dati dell’Amministrazione generale delle dogane, il giornale ha reso noto che la Cina ha esportato 3,14 miliardi di dollari in cosmetici nei primi tre trimestri del 2020, superando il valore delle esportazioni sia del 2018 che del 2019, pari rispettivamente a 2,5 e 2,77 miliardi di dollari.

Secondo un rapporto rilasciato dalla società di ricerca CBNData e da Tmall di Alibaba, i cosmetici cinesi venduti sulla piattaforma internazionale di Tmall sono aumentati di oltre 10 volte rispetto all’anno precedente durante la corsa allo shopping in occasione del Single’s Day di novembre.

“I consumatori internazionali stanno ora mostrando un crescente interesse per la cultura tradizionale cinese e i marchi di cosmetici nazionali sono pronti a trarre vantaggio da questi interessi”, si legge sul giornale che cita le parole di Wu Daiqi, CEO di Keythink Culture Communication Co.

Wu Daiqi ha poi spiegato che oltre ai fattori culturali, i marchi di cosmetici cinesi hanno dato vita a catene industriali relativamente mature e coltivato un numero crescente di professionisti del settore.

Tra i cosmetici esportati più venduti spiccano rossetti, ombretti e fard, mentre mascara e cipria hanno mostrato un grande potenziale di vendita, come attesta un rapporto pubblicato dalla società di ricerca AskCI Consulting con sede a Shenzhen.

“Lo sviluppo del commercio elettronico transfrontaliero della Cina e dei settori logistici, unitamente al fatto che il Paese si è ripreso relativamente in fretta dalla pandemia di Covid-19, ha inoltre posto i marchi cosmetici nazionali in una posizione vantaggiosa nel mercato globale”, ha concluso Wu. (XINHUA).