Categorie
attualità

Whitney Houston, autopsia: corpo dilaniato tra ustioni e cicatrici

NEW YORK – La storia di Whitney Houston era scritta sul suo corpo, martoriato da tagli, cicatrici, ustioni e abrasioni, alcune risalenti a diversi anni fa. Lo ha rivelato il medico legale che ha effettuato l’autopsia sulla salma della cantante morta l’11 febbraio a 48 anni. La star inoltre, riportano i media Usa, aveva un buco nel setto nasale, un segno di puntura ancora visibile sul braccio e le mancavano 11 denti, testimonianze inequivocabili della sua lunga dipendenza dalla cocaina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.