terremoto emilia tende

Terremoto non si ferma: scossa anche a Ravenna

6 Giugno 2012 - di Claudia Montanari

RAVENNA – Ancora paura in Emilia Romagna dopo che una scossa di magnitudo 4.5 è stata registrata questa mattina alle 6.08 dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia ad una profondità di 25.6 km al largo di Ravenna. Le località prossime all’epicentro sono Ravenna, Cervia e Alfonsine.



La scossa, che è stata avvertita nettamente dalla popolazione fortunatamente non avrebbe provocato alcun danno. Diverse le chiamate ai vigili dal fuoco da parte di persone che si sono allarmate e che volevano sapere cosa fare, ma non c’e’ stata alcuna richiesta di intervento. Nessuna segnalazione di problemi neanche dalla centrale operativa della Capitaneria di Porto. Situazione tranquilla e senza danni, dunque, sia in terra sia in mare.

Si sono creati disagi al liceo scientifico “Alfredo Oriani” di Ravenna che, evacuato a seguito dalle scossa, la preside in via precauzionale ha chiesto l’intervento di geometri e tecnici per effettuare controlli all’interno della struttura. Le lezioni dovrebbero riprendere una volta terminate le verifiche, nel caso sia accertata la piena agibilità del plesso.

Intanto il Comune ha attivato le ricognizioni tecniche sugli edifici più vecchi, dallo stesso municipio, alla Biblioteca classense, fino ai teatri e alla Torre civica. In corso i controlli anche sulle altre scuole della città.

Per ora non si segnalano danni, ma gli accertamenti approfonditi, già effettuati per le scosse del 20 e 29 maggio avvenute in Emilia e avvertite anche in Riviera, sono nuovamente in atto. A Ravenna sono ospitati anche alcuni sfollati del modenese.