Nordcorea trancia “linea rossa”: dichiarato nullo patto di non aggressione

Nordcorea

SEUL – I militari nordcoreani hanno di fatto sconnesso la linea telefonica d’emergenza, la cosiddetts “linea rossa”, che collega il nord con il sud lunga il confine della zona demilitarizzata nel villaggio di Panmunjo. Secondo quanto si è appreso, il motivo sarebbe stato la protesta contro le esercitazioni militari congiunte di Seul e Washington.

Il governo di Seul ha reso noto che i militari sudcoreani oggi hanno tentato di effettuare la prima delle due telefonate di routine senza ottenere risposta.

La tensione nella penisola coreana è salita alle stelle dopo l’annuncio delle esercitazioni e l’approvazione la settimana scorsa delle nuove sanzioni contro Pyongyang per il test nucleare condotto il 12 febbraio scorso. Dal nord sono arrivate minacce praticamente quotidiane e nei giorni scorsi è stato dichiarato nullo il patto di non aggressione con il sud. Nell’annunciare l’annullamento della linea rossa i militari nordcoreani hanno detto che “questo canale di comunicazione non ha più una sua missione in questa situazione grave”. La linea era stata annullata altre due volte, nel 2008 e nel 2010.

Potrebbero interessarti anche...