Collettivo Macao sgomberato anche da Palazzo Citterio

Macao Palazzo Citterio

MILANO – Dopo Torre Galfa, il Collettivo Macao viene sgomberato anche da Palazzo Citterio.

Il nuovo sgombero è avvenuto nelle prime ore del mattino di martedì 22 maggio. Il Palazzo di via Brera, a Milano, era stato occupato dal Collettivo dopo il recente sgombro della Torre Galfa.

Sul posto si trova un ingente schieramento di forze dell’ordine ma la situazione, secondo quanto riferito in questura, e’ tranquilla e non ci sarebbero stati momenti di tensione.

Il comunicato del collettivo. ”Alle 6.40 le forze dell’ordine in assetto antisommossa hanno sgomberato Palazzo Citterio. Sono entrate nel palazzo passando attraverso l’orto botanico dell’ Accademia di Brera e contemporaneamente hanno chiuso via Brera e i vicoli adiacenti. Macao aspettava a porte aperte con piu’ di sessanta persone. All’arrivo di polizia e carabinieri e’ seguito quello dell’esercito”.

Lo afferma il collettivo artistico Macao, che occupava palazzo Citterio, a Milano, dopo lo sgombero del primo spazio pubblico abbandonato in cui si era insediato, la Torre Galfa.

”Per la seconda volta in una settimana, in due luoghi che hanno svelato forti criticita’ attorno alla gestione delle politiche economiche e culturali della citta’ di Milano e del Paese – prosegue un portavoce – le questioni aperte da cittadine e cittadini sono state ridotte a questioni di ordine pubblico”.

Al momento gli occupanti si sono radunati in via Brera, davanti al palazzo, e stanno ”decidendo il da farsi”. Questa volta non e’ scontato, pero’, che si decida di dar vita a un presidio stradale come in via Galvani.

Potrebbero interessarti anche...