Categorie
attualità

Biden sceglie 7 donne per lo staff comunicazione alla Casa Bianca. Prima volta nella storia

Joe Biden e Kamala Harris hanno scelto sette donne per lo staff che alla Casa Bianca dovrà occuparsi della comunicazione. Jen Psaki sarà la portavoce della Casa Bianca. Psaki, 41 anni, di origini greche e polacche, durante l’amministrazione Obama ha ricoperto il ruolo di portavoce del Dipartimento di Stato. E’ poi stata direttrice della comunicazione della Casa Bianca. Attualmente lavora nel transition team del presidente eletto.

Oltre a Jen Psak sono state nominate Karine Jean-Pierre vice portavoce, Kate Bedingfield direttrice della comunicazione, Pili Tobar vice direttrice. Ancora, Elizabeth Alexander portavoce della futura first lady Jill Biden, Ashley Etienne direttrice della comunicazione della vicepresidente, Symone Sanders portavoce della vicepresidente.

Leggi anche: Donne più istruite degli uomini, ma 1 su 3 lascia il lavoro con il primo figlio.

Perché questa notizia è importante

La notizia fa notizia perché questa è la prima volta che nel governo degli Stati Uniti si sceglie uno staff con una partecipazione di donne così alta.

“Sono orgoglioso di annunciare il primo team di comunicazione della Casa Bianca composto interamente da donne. Queste comunicatrici qualificate ed esperte apportano prospettive diverse al loro lavoro e un impegno condiviso per ricostruire meglio questo Paese”, ha dichiarato Joe Biden.

“Comunicare direttamente e sinceramente al popolo americano è uno dei compiti più importanti di un Presidente, e a questa squadra sarà affidata l’enorme responsabilità di collegare il popolo americano alla Casa Bianca”, afferma Biden in una nota.

Non solo comunicazione. Anche altre posizioni chiave del governo saranno assegnate con uno sguardo al femminile. Per esempio, spicca la nomina di Neera Tanden a direttore dell’influente Ufficio di Gestione e Bilancio. Inoltre, è molto probabile la scelta di Cecilia Rouse come presidente del Consiglio dei tre membri del Consiglio dei consulenti economici, affiancata dagli economisti Jared Bernstein e Heather Boushey. La Rouse, economista del lavoro dell’Università di Princeton, sarebbe la prima donna di colore a presiedere il consiglio.