Categorie
attualità

Elisa Isoardi rischia di perdere il suo programma di Raiuno?

ROMA – Elisa Isoardi rischia di perdere il suo programma di Raiuno? La conduttrice nella bufera dopo il suo scontro in diretta con il capo ufficio stampa del Comune di Venezia, retto da Flavio Tosi, in quei giorni in conflitto politico con il suo compagno di partito (La Lega) Matteo Salvini, con cui la Isoardi avrebbe una relazione sentimentale. Secondo quanto riportato dal settimanale Dipiù , la vicenda potrebbe creare problemi alla conduttrice di “A conti fatti“, accusata da una senatrice del Partito Democratico di “uso improprio” della televisione di Stato. Laura Cantini, che oltre ad essere senatrice è anche componente della Commissione di vigilanza Rai, avrebbe detto: “La Isoardi si è scontrata in diretta con il capo ufficio stampa del Comune di Verona, retto proprio dall’attuale avversario dentro la Lega di Matteo Salvini, cui la conduttrice si è detta pubblicamente legata”.

Ma cosa è successo di preciso nella puntata in questione di “A conti fatti”? In quella circostanza la conduttrice si è occupata del caso della protesta sociale dei contadini veronesi in pensione contro una tassa da 15 euro per gli orti introdotta dal sindaco della città Flavio Tosi. Dopo un collegamento con questi ultimi, la Isoardi ha fatto sentire l’altra campana, Roberto Bolis, capo ufficio stampa di Tosi. Non molti se ne sono accorti ma, secondo chi la accusa, la conduttrice lo avrebbe trattato male. Mentre l’uomo spiegava le ragioni del Comune in merito alla tassa in questione, la conduttrice avrebbe sbuffato e assunto un’espressione di sufficienza. Tale atteggiamento sarebbe bastato per l’accusa: la Isoardi avrebbe “usato il servizio pubblico per fini personali e questo non si fa”, spiega Cantini, che ha persino presentato una interrogazione parlamentare sulla vicenda.

“Questa storia rasenta la fantascienza! Basta guardare la puntata! A conti fatti è un programma equilibrato”: questo lo sfogo di Elisa Isoardi su Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.