Categorie
attualità

Cina, uccide marito violento con una sega poi lo mette a bollire

PECHINO (CINA) – Una donna ha ucciso con una sega il marito poi lo ha messo a bollire per vendicarsi di mesi di torture fisiche. È successo nella Cina orientale dove una moglie e sua figlia hanno unito le forze e ucciso il marito dopo averlo picchiato e torturato e non avergli fatto toccare cibo né acqua per tre giorni.

Dopo averlo l’ucciso le due donne hanno cercato di nascondere le tracce bollendo il corpo in una pentola ma il senso di colpa si è rivelato troppo forte e alla fine la moglie si è consegnata alla polizia locale a cui ha confessato il crimine.  Lo stress ed il rimorso per aver commesso l’ omicidio ha portato la donna a perdere oltre 6 chili. La polizia del posto ha confermato che sta investigando il caso ma non intende svelare al momento l’identità della donna.

 

4 risposte su “Cina, uccide marito violento con una sega poi lo mette a bollire”

Ah la saggezza del popolo cinese!!!: questa donna ha utilizzato in pratica la metafora di “fargli passare i BOLLENTI spiriti”…..:)

Belin che sega.. sicuramente a mano… ma più probabile avrà usato una motosega elettrica o a motore a scoppio..tanto per fare prima..La ribollita o meglio il bollito..l’avrà poi servito alle amiche più care..Una bella vera trama per un film dell’orrore.
Morando

Magari l’apparato genitale all’amante?… Mi ricorda la barzelletta del Lord inglese, che al maggiordomo accorso perchè un fulmine entrato nel salone aveva incenerito la Lady, compassato in poltrona davanti al caminetto e con il libro di memorie di Churchill gli dice “Jeeves, dà l’ultima scopata alla Lady”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.