attualità

Caso Weinstein, Carla Bruni: “Bene che sia venuta alla luce”

carla-bruni-caso-weinstein

MILANO – Carla Bruni interviene sul caso Weinstein: “Questo scandalo è benvenuto” ha detto l’ex modella, a Milano durante la presentazione del suo ultimo album French Touch. Per l’ex première dame di Francia è positivo che sia venuto tutto alla luce, perché “per le persone molto conosciute che lo hanno subito è un sollievo e può essere un esempio per le donne anonime che lo subiscono al lavoro, in ufficio e che non hanno la forza di denunciare. Vedo una perversità che non è solo l’abuso sessuale, c’è qualcos’altro, il potere da parte di chi mantiene sottomesso l’altro. Magari questo esempio salverà uomini e donne da una sofferenza importante perché per chi è giovane può essere davvero un trauma”.

Carla Bruni, personalmente, dice di non aver mai subito abusi da giovane. “Ero molto prudente, poi può capitare, ma io – ricorda madame Sarkozy – di predatori non ne ho mai incontrati. Poteva accadere. Io non solo ero paurosa, ma tenevo anche gli occhi aperti, sentivo che ci sono uomini che sono predatori e non sono solo uomini di potere”.

Carla Bruni è la terza moglie dell’ex presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy, dal quale ha avuto una figlia, Giulia, il 19 ottobre 2011. La cantante ha avuto anche un figlio da Raphaël Enthoven, conduttore televisivo e conduttore radiofonico francese. Sarkozy era sposato con Cécilia Ciganer-Albeniz prima di incontrare quella che sarebbe diventata la donna della sua vita. Il loro è stato una specie di appuntamento al buio. Era il 17 novembre 2007. Sono convolati a nozze del febbraio del 2008. Secondo la rivista Forbes è stata nel 2010 al 35º posto nella lista delle donne più potenti del mondo.