Categorie
ambiente

Cos’è il metabolismo basale e come influisce sulla perdita di peso?

Quando vogliamo dimagrire, una delle questioni più importanti da tenere a mente è quella relativa al metabolismo basale. Avrai sicuramente sentito parlare del metabolismo basale, ma sai esattamente cosa è e come influisce sulla nostra perdita di peso?

Quando decidiamo di metterci a dieta per sbarazzarci di qualche chilo in più, è molto importante adottare uno stile di vita sano, basato su una dieta equilibrata e l’esercizio fisico. Tuttavia, ci sono altri fattori che influiscono sul dimagrimento. Uno di questi che è senza dubbio il metabolismo basale .

Leggi anche: Se vuoi perdere peso, tieni conto di questi miti sul metabolismo

Cos’è il metabolismo basale

È la quantità di energia che il corpo consuma durante la giornata per adempiere alle sue funzioni vitali di base, anche a riposo. Rappresenta tra il 60% e il 70% del dispendio energetico giornaliero, il che significa che solo dormire, respirare o digerire fa bruciare calorie. Per raggiungere un equilibrio ottimale, dovrebbero essere ingerite le stesse calorie che vengono consumate. Ma, secondo gli esperti, la chiave sta nell’essere consapevoli di quante calorie servono al giorno, soprattutto se l’obiettivo è dimagrire.

Brucia più di quanto si consumi

La prima cosa da tenere a mente quando si vuole perdere peso è che devi consumare meno calorie di quelle che il corpo è in grado di bruciare. Esistono formule per determinare il metabolismo di ogni individuo, che possono aiutarti prima di metterti a dieta. Sotto questo aspetto, è molto importante distinguere tra calorie buone e quelle cattive (o vuote) poiché non tutte hanno lo stesso valore. Così, andrebbero scartati tutti gli alimenti ricchi di zuccheri o di grassi saturi e poveri di vitamine e minerali , poiché forniscono molte calorie, ma poco valore nutritivo.

Inoltre, per dimagrire è molto importante mantenere attivo il metabolismo durante la giornata mangiando più volte. Facendo più pasti al giorno (a patto che siano sani e leggeri) eviterai anche gli attacchi di fame.

Leggi anche: Dieta ed esercizi per accelerare il metabolismo

Tutti i metabolismi sono uguali?

Non tutti gli organismi funzionano allo stesso modo. Intervengono diversi fattori come la genetica, il sesso o l’età, che influiscono notevolmente sul maggiore o minore consumo calorico. Quando si è bambini, il metabolismo è molto attivo e si stabilizza tra i 30 ei 40 anni. A quel punto inizia un progressivo declino.

Inoltre, dipende in gran parte anche dalla percentuale di grasso corporeo che si possiede, oltre che dalla massa muscolare. Più muscoli hai, più alto è il metabolismo basale.

Allo stesso modo, ci sono altri tipi di elementi da tenere in considerazione, come la malattia, la temperatura o lo stress.

Come attivare il metabolismo: aumentare la massa muscolare per bruciare di più

Gli esperti sottolineano l’importanza di accompagnare la dieta dimagrante all’attività sportiva. Altrimenti il ​​peso che si perde non corrisponde al grasso accumulato ma al muscolo, il che porta ad una diminuzione dell’attività metabolica e, quindi, del consumo energetico.

Ci sono anche cibi che possono aiutare ad accelerare il metabolismo. Sono quelli noti come termogenici, poiché aiutano a creare una reazione termica nel corpo e ad aumentare l’attività metabolica. Tè, zenzero, pepe di Caienna, pepe nero, curry o curcuma sono alcuni di questi. Tuttavia, non si tratta di “alimenti miracolosi” e il loro consumo deve essere sempre moderato.

Per aumentare il metabolismo è importante anche bere acqua. Questo gesto quotidiano riduce l’appetito e attiva una serie di reazioni (come l’ eliminazione delle tossine ) che stimolano il livello di attività interna del corpo.