Categorie
ambiente

Diete low carb: 6 controindicazioni da valutare

Le diete low carb rappresentano un terreno di discussione tra esperti della nutrizione. C’è chi le sostiene e chi le critica. La dieta chetogenica è nata come cura per l’epilessia, ma viene utilizzata anche in campo neurologico, e non solo in caso di obesità, sovrappeso e malattie metaboliche, per combattere l’emicrania o sostenere terapie per alcune malattie degenerative, come Sla, Parkinson, Alzheimer, autismo. 

Allo stesso tempo, una dieta ricca di proteine animali non fa bene alla salute, come confermato da uno studio dell’Università della Finlandia orientale, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition. La ricerca ha individuato come gli uomini che prediligevano una dieta con molte proteine animali (più di 200 grammi al giorno) avevano un rischio maggiore di morte (+23%) nell’arco di 20 anni rispetto a chi faceva una dieta più equilibrata (con meno di 100 grammi al giorno di carne).

Il sito Il Fatto Alimentare ha chiesto un parere a Lucilla Titta, nutrizionista, ricercatrice all’Ieo (Istituto europeo di oncologia). L’esperta sottolinea alcuni aspetti negativi di questi regimi alimentari. Uno di questi è che è difficile mantenere i chili persi. “Non ha senso che questo tipo di dieta sia applicata sulla popolazione in generale, perché non sono noti gli effetti sulla salute a lungo termine – spiega Titta – Le diete low carb, determinano una drastica riduzione di frutta e verdura e questo significa una deplezione nell’apporto di vitamine, minerali e fibra, con un impatto negativo sul rischio cardio-vascolare”.

Ci possono essere poi problemi per i reni e per l’apparato circolatorio. Eliminare i latticini aumenta il rischio di malattie del sistema scheletrico. Altro lato negativo sono gli effetti psicologici. Si arrivano a vedere i carboidrati come dei “cibi cattivi” e quando la fase cheto si interrompe ci si strafoga. Ovviamente le diete low carb devono essere prescritte e seguite da un medico. Il fai da te è da evitare in tutti i modi.