La dieta keto amata da Gwyneth Paltrow utile contro il mal di testa

dieta-cheto-mal-di-testa-emicrania

La dieta chetogenica o keto diet amata da star come Gwyneth Paltrow e Halle Berry potrebbe essere utile per combattere il mal di testa. Il piano alimentare ricco di grassi e povero di carboidrati sarebbe utile nel prevenire l’emicrania. Un gruppo di scienziati ha analizzato 35 persone in sovrappeso affetti dalla patologia cronica. I partecipanti hanno provato due diete ipocaloriche, una delle quali era chetogenica. Come si legge sul Daily Mail, nel corso di un mese la dieta di Keto ha scontato in media tre giorni di “emicrania” ai pazienti. I risultati hanno anche suggerito che il piano alimentare sia il più efficace nell’alleviare i sintomi. 

La dieta di Keto si basa su alimenti ricchi di grassi e cibi a basso contenuto di carboidrati. I ricercatori della Fondazione Don Carlo Gnocchi di Milano hanno messo alcuni pazienti a dieta chetogenica con meno di 800 calorie al giorno. Altri hanno adottato le stesse abitudini alimentari a basso contenuto calorico, ma queste non erano chetogeniche. Entrambe le diete avevano lo stesso numero di calorie e grassi, ma differivano nei livelli di carboidrati e proteine. Dopo un mese, quelli che seguivano la dieta Keto hanno avuto 3,7 giorni di emicrania in meno in un mese rispetto a quelli che hanno seguito un altro piano alimentare ipocalorico.

“[Il digiuno] ha dimostrato di essere efficace e sicuro in studi più ampi, penso che sia qualcosa che molte persone sarebbero disposte a provare”, ha detto l’autore principale, il dottor Cherubino Di Lorenzo. Allo stesso tempo è necessario sottolineare che sono necessari studi più lunghi e più ampi per confermare i risultati.

Già uno studio dello scorso marzo dell’Ospedale Humanitas Gradenigo aveva confermato gli effetti positivi della dieta chetogenica contro l’emicrania. La ricerca mostrava infatti un miglioramento nella frequenza, gravità e durata degli attacchi in oltre l’80% dei pazienti, che lamentavano una grave sintomatologia, circa 30 attacchi al mese di intensità media e di durata variabile da 2 a 24 ore. In più dell’80% si è riscontrata una riduzione del 70% del numero di ore di cefalea al giorno e della durata media degli attacchi e una diminuzione di oltre un terzo dell’intensità del dolore.

Potrebbero interessarti anche...