Tumori, correre può sconfiggere il cancro

Pubblicato il 18 febbraio 2016 16.00 | Ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2016 15.47

Tags:

 
Tumori, correre può sconfiggere il cancroTumori, correre può sconfiggere il cancro

C OPENHAGHEN – Tumori, correre può battere il cancro. Merito dell’adrenalina che viene rilasciata quando si fa un’attività fisica vigorosa, e che sarebbe in grado di ridimensionare i tumori del 50%, aiutando l’organismo ad uccidere le cellule tumorali. A dirlo è uno studio condotto dall’Università di Copenhaghen e ripreso dal quotidiano britannico The Daily Mail.

Certamente allenarsi, ed in particolare correre, è l’ultima cosa che viene in mente ad un malato di cancro. Eppure può avere degli effetti notevoli a lungo termine.

I ricercatori che hanno studiato i tumori nelle cavie da laboratorio hanno scoperto che un’intensa attività fisica può stimolare le difese immunitarie del corpo a contrastare la crescita della massa tumorale.

Gli esperti sono convinti che, nonostante questo studio non sia ancora stato sperimentato sull’uomo, i risultati saranno gli stessi.

I ricercatori hanno fatto correre sulla ruota alcuni topolini malati di tumore ai polmoni, mentre un gruppo di controllo non veniva sottoposto allo stesso esercizio. Alla fine hanno potuto constatare che l’adrenalina prodotta durante la corsa è in grado di ridurre il tumore. 

Solo in Italia ogni giorno sono mille le persone che si ammalano di cancro. E nonostante migliorino le terapie e aumenti la sopravvivenza, questa malattia miete ogni anno in Italia poco meno di 180.000 vittime, circa 8,2 milioni nel mondo.

Da David Bowie a Luciano Pavarotti, da Anna Magnani a Steve Jobs, sono centinaia le illustri vittime del male, che colpisce soprattutto i paesi più industrializzati. Proprio questi, infatti, vedono una più ampia diffusione di sostanze potenzialmente cancerogene: fumo, alcol, smog, inquinamento, radiofrequenze e pesticidi, ma anche eccesso di cibo, eccesso di carni insaccate e di zuccheri.  

Eppure, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), oltre il 30% delle morti per neoplasie potrebbe esser prevenute grazie a corretti stili di vita.