Psoriasi, la causa non è solo lo stress

Pubblicato il 19 aprile 2017 11.00 | Ultimo aggiornamento: 18 aprile 2017 11.46

Tags:

 
Psoriasi, la causa non è solo lo stress

Psoriasi: non è solo una malattia psicosomatica. Secondo gli ultimi studi, alla base di questa patologia ci sarebbe uno stato infiammatorio cronico. Come spiega Fabio Ayala, direttore della Clinica Dermatologica dell’Università Federico II di Napoli, al Corriere della Sera, la psoriasi è una malattia multifattoriale, in cui concorrono sia fattori genetici sia ambientali”.

Innanzitutto, chiarisce l’esperto, la malattia è legata a un’alterazione del sistema immunitario.

“Oltre ai fattori genetici, possono essere importanti anche alcuni fattori ambientali, considerati scatenanti (come lo stress, appunto), che rendono manifesto ciò che è già geneticamente determinato (ovvero potrebbe accadere che una persona abbia sì delle mutazioni genetiche che la predispongono alla psoriasi, ma non andando incontro a nessuno dei seguenti fattori la malattia potrebbe non manifestarsi mai)”.

I fattori più importanti che scatenano la psoriasi sono lo stress, i traumi fisici come contusioni e ferite, le infezioni, alcuni farmaci (come i betabloccanti e i FANS), il fumo, l’abusi di alcol, il sovrappeso e una dieta squilibrata.

La psoriasi è una delle malattie della pelle più comuni: nel mondo colpisce il 3 per cento della popolazione globale, in Italia riguarda circa 2 milioni e 400mila persone, di cui 400mila affette da una forma grave, spesso invalidante.

Spiega ancora Ayala al Corriere della Sera:

“Un numero crescente di studi negli ultimi anni ha messo in chiaro che la psoriasi è legata a un’alterazione del sistema immunitario. Lo stato infiammatorio cronico che caratterizza la psoriasi sembra rappresentare anche l’anello di congiunzione tra le chiazze sulla pelle e altre malattie associate, come obesità, diabete, aumento dei lipidi nel sangue e malattie cardiovascolari”.