Igiene intima: quello che non bisogna mai fare dopo la doccia

Pubblicato il 4 maggio 2016 13.04 | Ultimo aggiornamento: 4 maggio 2016 14.16

Tags:

 
Igiene intima femminile: 5 errori che non devi commettere

I giene intima per lei: c’è qualcosa che le donne non devono mai fare per evitare infezioni, ovvero non asciugare la vagina dopo la doccia o il bidet. Infilare le mutandine quando si è umide è l’abitudine peggiore che abbiamo e provoca funghi, primo tra tutti la candida. Lo ha detto a Glamour Jason James, ginecologo del FemCar Ob-Gyn di Miami, secondo quanto riportato dal sito Caffeina.

“I lieviti tendono a riprodursi più facilmente negli ambienti umidi – ha spiegato – questo è il motivo per cui soffriamo di candida soprattutto nei mesi estivi, quando il clima è più caldo e le donne quando escono dall’acqua, al mare, non si asciugano le zone intime. In questo modo, nella vagina si accumulano batteri nocivi”.

Il medico ha spiegato che un’aumentata presenza di umidità possono creare l’ambiente favorevole per la proliferazione di lieviti. ‘”Tutte le donne hanno lieviti presenti naturalmente in vagina ma è lo squilibrio di questi ultimi che provoca problemi – ha chiarito – calore, umidità, frizione sono tutti fattori che possono portare a un’irritazione e a un potenziale cambio del ph che aumenta favorendo un’eccessiva produzione di batteri e, di conseguenze, infezioni’”.

Attenzione inoltre a non lavarsi troppo spesso e con detergenti aggressivi.  La vagina sa infatti pulirsi bene da sola: ha un ph basso che previene la riproduzione di batteri che causano infezioni e infiammazioni, perciò lavarsi usando prodotti sbagliati può rovinare la flora batterica e portare a problemi di vario tipo.

È normale – spiega la Herta – lo sperma altera il ph vaginale ma non c’è nulla da temere: la vagina provvederà a stabilizzarlo di nuovo. Le lavande vaginali alterano il ph, lo rendono più alto, ovvero l’ambiente ideale per la proliferazione di certi batteri cattivi”.

Evitare inoltre l’abuso di lavande. Un’ultima accortezza per evitare fastidiose cistiti. Meglio fare pipì dopo il rapporto che prima, per evitare l’accumulo di batteri.