Adam Johnson va con minorenne, fidanzata tradita lo difende

Pubblicato il 4 marzo 2016 10.55 | Ultimo aggiornamento: 4 marzo 2016 10.55

Tags: ,

 

Adam Johnson va con minorenne, fidanzata tradita lo difende. Il calciatore della nazionale inglese, 28 anni, rischia fino a 5 anni di carcere per aver baciato e “toccato nelle parti intime” una ragazza di 15 anni, infatuatasi di lui. Nonostante ciò, Stacey Flounders, compagna ufficiale dell’ex ala del Sunderland, ha deciso di non abbandonarlo in un momento così difficile e delicato della sua vita. I due hanno anche una figlia, Ayla Sofia, nata l’8 gennaio 2015, ovvero all’epoca in cui l’atleta aveva iniziato a vedere la 15enne, che fin da subito ha dichiarato la sua età (la legge vieta rapporti con minori di 16 anni). Prima qualche invito allo stadio, poi un giro in Range Rover, infine un bacio e le mani di Johnson finiscono dove non avrebbero dovuto. Scatta la denuncia da parte della giovane e il calvario di Adam ha inizio.

A sostenere l’imputato in aula c’era lei, la bella Stacey, un’ex hostess di 26 anni, che per amore del suo fidanzato aveva rinunciato anche al suo lavoro. Una donna distrutta dal dolore, tormentata dalla consapevolezza che il padre della sua unica figlia si è macchiato di un reato così grave. “Sono molto dispiaciuto per Stacey. E’ diventata mamma da poco e deve fronteggiare una situazione così difficile”, ha detto un suo parente al DailyMail, specificando che:

“Prima di Adam, Stacey aveva una sua vita, era un assistente di volo e aveva una macchina. Amava le scarpe di marca e le borse. E’ una ragazza splendida. Le piacevano le sue vacanze, ha messo da parte i suoi risparmi per andare in Messico e in Florida, perché suo padre che vive lì. Deve essere rimasta veramente colpita da Adam, perché si sono subito fidanzati, ma non avrei mai pensato che si sarebbe sistemata così presto. Sono rimasto scioccato nel sentire che era incinta”.

Tre mesi dopo il parto, Stacey ha aperto la porta della sua casa e si è trovata davanti la polizia, venuta ad arrestare il compagno. Nella fase delle indagini è venuta conoscenza del fatto che Adam Johnson aveva contattato la sua amante un mese prima della nascita della figlia e ha scoperto che l’ex calciatore scriveva alle due donne anche contemporaneamente. Eppure, lo scorso maggio è arrivata in tribunale mano nella mano con il fidanzato. Poche ma significative le parole della 26enne: “E’ stato onesto con me, mi raccontava la verità”. Una frase che potrebbe a suo modo giustificare la presenza di Stacey al fianco del giocatore. Era forse consapevole di non essere l’unica donna nella vita del suo uomo? D’altra parte i due non erano sposati. L’altra ipotesi, quella più scontata, è che lo stia facendo solo per amore di sua figlia. In entrambi i casi, la gogna mediatica è garantita.

Silvia Di Pasquale.