Grease, 5 curiosità sul film che forse non conosci

Pubblicato il 12 aprile 2016 20.18 | Ultimo aggiornamento: 12 aprile 2016 14.32

Tags:

 
Grease, 5 curiosità sul film che forse non conosci

Grease, 5 curiosità sul film che forse non conosci. E’ una delle pellicole più celebri della storia del cinema. Diretto nel 1978 diretto da Randal Kleiser e interpretato da John Travolta e Olivia Newton-John, è tratto dall’omonimo musical di Jim Jacobs e Warren Casey. Il film ricevette cinque nomination al Golden Globe nel 1979. La colonna sonora del film rimase per settimane al primo posto delle classifiche in molti paesi.

Il sito Che Donna ha elencato una serie di retroscena e curiosità sul film Grease. Ne riportiamo alcuni:

-“Mentre per il ruolo di Sandy la scelta di Olivia Newton Jonh fu immediata, per il ruolo di Danny Zuko in verità Travolta fu nientemeno che la terza scelta. Prima di lui venne chiesto a Henry Winkler (il famosissimo Fonzie di “Happy Days”) il quale però rifiutò la parte, e a Patrick Swayze il quale venne però successivamente scartato a causa di gravi problemi ad un ginocchio che in quel momento gli avrebbero impedito di ballare come la pellicola avrebbe richiesto.

-Nella scena del film nella quale il personaggio di Rizzo presentava due succhiotti sul collo, questi le erano stati davvero procurati dall’attore Jeff Conaway (nel film Kenickie) il quale sembra abbia insistito per farglieli personalmente.

-Per la realizzazione del film vennero spesi 6 milioni di dollari (certamente una cifra di tutto rispetto per l’epoca) ma, ad oggi, gli incassi registrati in tutto il mondo si aggirano intorno ai 390 milioni di dollari.

-Durante l’ultima scena i pantaloni di pelle indossati da Sandy sono in realtà cuciti dirittamente su di lei in quanto, strappatisi durante le precedenti riprese, per poter completare queste ultime nei tempi previsti i sarti trovarono questo escamotage che risultò, alla fine, decisamente funzionale.

-L’attrice Olivia Newton John vanta all’interno della sua famiglia parenti ben più celebri di quello che si potrebbe immaginare. Suo nonno materno era infatti Max Born, matematico e fisico, vincitore del Premio Nobel per la Fisica nel 1954”.