Trono Gay, Maria De Filippi: “Non mi sembra che…”

Pubblicato il 2 settembre 2016 13.58 | Ultimo aggiornamento: 2 settembre 2016 13.58

Tags: ,

 

R OMA – Trono Gay, Maria De Filippi: “Non mi sembra che sia una rivoluzione!”. Che sia sempre un passo avanti a tutti è ormai cosa nota. Non è un caso se i suoi programmi, nonostante le edizioni decennali, siano sempre seguitissimi ogni anno di più. Così, ancor prima delle leggi e ancor prima che la popolazione forse riesca ad accettare i fatti, ecco che Maria De Filippi presenta la prima edizione del Trono Gay di Uomini e Donne. Una scelta storica che, siamo certi, sarà destinata a fare la storia. Tuttavia, Maria minimizza la scelta e sottolinea che di “rivoluzionario” non vi è proprio nulla. In una intervista a “La Repubblica”, la conduttrice del programma ha spiegato:

La società è molto più avanti delle leggi. Aprire Uomini e Donne ai gay non mi sembra una rivoluzione. La televisione non deve rimanere indietro, se parliamo di relazioni umane, della normalità dei sentimenti, non si capisce perché gli omosessuali dovessero essere esclusi dal programma”.

Quando Maria ha annunciato la prima edizione del trono gay, alcuni mesi fa, le prime reazioni sono state convulse tra chi ha mosso dubbi e critiche nel mostrare tematiche e storie omosessuali lontani dalla fascia protetta. Eppure, Maria spiega:

“La tv deve rispecchiare la realtà e non può lasciar fuori nessuno. Non penso che una scelta come questa serva per il mondo gay risolto ma può essere d’aiuto per chi a casa ha ancora problemi con parenti e amici, per chi è vittima di bullismo e viene spregiativamente chiamato ‘frocio’ […] Ho sempre fatto le cose in cui ho creduto, quando la critica ha un senso la seguo, quando non ce l’ha, no. Non sfrutto nessuno, mi aspetto un trono come gli altri e mi auguro che la gente dica che ho fatto bene. Se poi le critiche sono quelle di Giovanardi… ce le prenderemo. O forse no”.

Sarà Claudio Sona il primo tronista gay di Uomini e Donne. Claudio ha 30 anni ed è di Verona, città in cui vive tuttora gestendo un bar “gayfriendly”, l’Urban Café. Insomma, l’appuntamento è per il 12 settembre: giorno in cui andrà in onda la prima puntata storica del Trono Gay.