Russell Crowe e Ryan Gosling a Che Tempo Che Fa

Pubblicato il 23 maggio 2016 15.49 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2016 15.52

Tags: ,

 
Russell Crowe e Ryan Gosling a Che Tempo Che Fa FOTO

C ome Terence Hill e Bud Spencer, come Gianni e Pinotto, Russell Crowe e Ryan Gosling ospiti di ‘Che Tempo Che Fa‘ hanno portato un’alchimia comica su Rai3. Il veterano attore neozelandese e la giovane stella canadese erano in Italia per presentare la loro commedia d’azione ‘The Nice Guys’, film diretto da Shane Black che dopo essere stato presentato a Cannes arriverà nelle sale italiane il 1° giugno. Arrivato a Milano già ieri per vedere con l’amico Alessandro Del Piero la finale di Coppa Italia, Russell Crowe ha portato tutt’altra passione sportiva, quella per il rugby dei suoi South Sydney Rabbitohs, appiccicando per tutto lo studio adesivi del team da lui posseduto. La storia di ‘The Nice Guys’ è ambientata nel 1977 a Los Angeles, città che Russell Crowe notoriamente evita di frequentare: “Ora la vedo con occhi diversi, è una città dove tutti arrivano con un sogno e creano vita: da giovane mi sembrava un posto impossibile, ma ora ho scoperto che è anche piena di generosità”. Fra una clip e l’altra del film, i due attori sono dovuti tornare indietro nel tempo non soltanto per finzione, quando Fabio Fazio ha mostrato loro due filmati dei rispettivi esordi artistici a 12 anni: “Ti amo Italia!”, ha detto Russell Crowe mentre Ryan Gosling sprofondava nella poltrona per l’imbarazzo di guardarsi alle prese con un balletto ai tempi della sua giovane militanza nel Mickey Mouse Club. L’ultimo scherzo di un incontro trascorso fra battute e amichevoli prese in giro

Ryan Gosling ha voluto anche fare una visita a sorpresa questa a Cinecittà durante il suo soggiorno romano. L’attore ha voluto trascorrere la mattinata negli Studi di via Tuscolana. Al suo ingresso, ha riconosciuto la Venusia del Casanova di Fellini nel prato antistante. “Sono un appassionato di Fellini, questa è del Casanova”, ha esclamato. Gosling ha visitato le mostre permanenti degli Studios e fatto un sopralluogo nel Teatro 5 e ha voluto visitare i camerini che erano di Fellini. “Voglio respirare l’atmosfera”, ha detto. ”Molto preparato sui temi produttivi, il 35enne interprete di ‘The nice guys’ ha espresso interesse a girare a Roma, qualora i meccanismi del Tax credit lo consentissero” si spiega in una nota. L’ad di Cinecittà Studios Giuseppe Basso si è quindi intrattenuto con Gosling nella promozione dell’attuale meccanismo, rassicurandolo sulla competitività del sistema italiano anche rispetto a quello inglese. “Avere in visita un divo internazionale così giovane che fa espressa richiesta di visitare gli Studios di Cinecittà prima di una importante conferenza stampa rende l’idea della grandezza di questo luogo. Ci siamo salutati augurandoci di ritrovarci presto a Cinecittà per una grande produzione”, ha detto Basso. Grande sorpresa dei visitatori di Cinecittà si Mostra quando Ryan Gosling ha attraversato i viali in golf car, immediatamente riconosciuto da una classe di studentesse inglesi in visita.