Gianni Sperti sulle adozioni gay: “Tutti devono avere…”

Pubblicato il 19 gennaio 2016 14.10 | Ultimo aggiornamento: 19 gennaio 2016 14.00

Tags: ,

 

R OMA – Gianni Sperti rende noto il suo punto di vista sulle adozioni gay. Nel corso di un’intervista a Gay.it, il ballerino e opinionista del programma Uomini e Donne, 42 anni, prima di tutto fa sapere che “vorrebbe diventare padre”, pur essendo single:

“Il desiderio c’è. Mi fa male pensare che, in un Paese come il nostro, non ci sia una legge che dia l’opportunità a single come me, di dare un futuro a qualcuno” e aggiunge: “il futuro non mi spaventa e se dovesse finire tutto, ho già il mio piano B”.

Alla domanda: “sarebbe favorevole alle adozioni gay?”, l’ex marito di Paola Barale risponde:

“Assolutamente si. Mi capita spesso di assistere a polemiche sul bisogno, a tutti i costi, della presenza di una madre per la crescita di un figlio. Spesso ci si dimentica, invece, che dietro un abbandono c’è sempre una mamma. Penso da sempre che un bambino abbia bisogno solo di amore e protezione. E’ pur vero che non si può dare quest’opportunità a chiunque, ma se ci sono i presupposti giusti, tutti devono avere il diritto di adottare, a prescindere dall’orientamento sessuale”.

Rispetto alla possibilità astratta che il trono di Uomini e Donne possa essere aperto anche a ragazzi e ragazze omosessuali specifica che “Maria de Filippi è una donna molto saggia, attenta al suo pubblico e all’evoluzione della società”. L’opinionista non fa chiarezza dunque su quello che potrebbe essere il punto di vista della conduttrice rispetto al fato di avere un “trono gay”.

Gianni Sperti è nato a Manduria, in Puglia, il 12 aprile 1973. In passato è stato sposato legato a Paola Barale, con la quale si è sposato nel 1998. Il loro matrimonio ha suscitato interesse nel pubblico televisivo, giungendo ad una burrascosa separazione avvenuta nel 2002. Da allora non ha più avuto una compagna ufficiale.