Tom Cruise stuntman di se stesso: salto incredibile da 7mila metri FOTO-VIDEO

Tom Cruise stuntman di se stesso: salto incredibile da 7mila metri2

ROMA – Tom Cruise lo ha fatto di nuovo. Per “Mission: Impossible Fallout”  che arriverà nelle sale il prossimo 29 agosto, l’attore 55enne ha fatto da stuntman a se stesso lanciandosi dall’invidiabile altezza  di 7mila metri [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. L’attore hollywoodiano,  come già fatto in passato non ha perso occasione per cimentarsi personalmente in stunt sempre più più pericolosi, rigorosamente senza l’aiuto di alcuna controfigura.

Il nostro Tom, durante la lavorazione del film diretto da Christopher McQuarrie, ha ancora un volta alzato l’asticella avvicinandosi ai limiti dell’incredibile. Cruise infatti ha girato una scena in cui si tuffa nel vuoto in quello che viene definito un HALO, ovvero un High Altitude Low Temperature Jump , salto ad alta quota con bassa temperatura che può provocare seri problemi per la mancanza di ossigeno.

In pratica, e Cruise ha fatto proprio questo, ci si tuffa in volo da un cargo. In questo caso, come scrive il Daily Mail, l’altezza era di 25mila piedi che corrisponde ai “nostri” 7.500 metri .

Cruise è in assoluto il primo attore nella storia a compiere un gesto del genere. Nel film interpreta l’agente segreto Ethan Hunt e deve affrontare questo salto particolare, che di solito nella realtà praticano solo persone altamente addestrate, per poter “volare” sopra un intero Paese senza essere scovato dai radar e dai sistemi di sicurezza.

La sequenza è stata girata negli Emirati Arabi: Tom si è lanciato in compagnia di un cameraman più di 100 volte prima di ottenere il miglior risultato possibile.

Domenica scorsa, la Paramount Pictures ha diffuso la clip di due minuti e mezzo. Per impedire a Cruise di svenire, l’equipaggio, per la respirazione ha costruito una speciale mascherina funzionale al salto.

Il cameraman indossava una telecamera montata sulla testa che ha saltato pochi metri prima di Cruise per evitare che potesse avvenire una collisione a mezz’aria. Per rendere le cose ancora più difficili, la scena è stata girata al tramonto. Alla fine, il tutto dura solo una mezza dozzina di secondi.

In Mission  Impossible 2, Cruise si è arrampicato sulla scogliera rocciosa di Dead Horse Point nello Utah alta centinaia di metri. In Ghost Protocol, l’attore ha scalato il Burj Khalifa a Dubai, l’edificio più alto del mondo, utilizzando le ventose.

Infine, in Mission Impossible Rogue Nation, Cruise si è aggrappato al lato di un  Airbus nel momento ijn cui l’aereo stava decollando.

Potrebbero interessarti anche...