Categorie
video

“Hijabi (Wrap My Hijab)”: il rap col velo islamico di Mona Haydar VIDEO

Hijabi (Wrap My Hijab)": il rap col velo islamico di Mona Haydar
Hijabi (Wrap My Hijab)”: il rap col velo islamico di Mona Haydar

FLINT – Mona Haydar è una giovane ragazza musulmana. Cresciuta a Flint nel Michigan, Mona si è laureata alla Michigan University per poi proseguire gli studi sulla lingua e la spiritualità islamica a Damasco prima di andare a vivere in California con suo marito e suo figlio.

Il 17 marzo, Mona ha pubblicato su YouTube  il suo primo brano rap intitolato “Hijabi (Wrap My Hijab)“: un video che ha raccolto quasi 850mila mila visualizzazioni.

Il video girato ad un livello assolutamente professionale, ritrae diverse donne vestite con il velo in testa lo hijab appunto, che ballano.

Mona Haydar ha anche scritto il testo in cui vengono poste una serie di domande stereotipate che pongono spesso si pongono tutti quelli che non conoscono la cultura islamica.

Si tratta del primo brano in cui una donna elogia a pieno la libertà nel portare il velo. Nel video sono presenti diversi tipi di hijab che rappresentano le diverse popolazioni che lo indossano e viene elogiato questo capo, per niente stretto o che fa sudare i capelli, come si crede in occidente.

#hijabiXmona è l’hashtag per dimostrare il proprio sostegno a Mona. Alcuni musulmani non hanno però gradito ed hanno accusato la giovane donna di contravvenire ai valori islamici. Nel video infatti, Mona è incinta all’ottavo mese e mostra con orgoglio il pancione. Come spiega la Bbc però, questo viene visto come un oltraggio da parte della cultura tradizionale islamica.

Alcuni hanno etichettato il video anche come qualcosa di estremamente preoccupante e sbagliato ad ogni livello. “L’hijab non è solo un pezzo di stoffa sulla nostra testa” spiega un commentatore evidentemente di religione musulmana. Per altri il video è accattivante, mentre indossando l’hijab si dovrebbe essere umili, “ossia l’opposto contrario a quello che si vede in questo video”conclude un altro commentatore.

Mona dal canto suo, ha risposto alle critiche spiegando che non dovrebbe essere così sconvolgente “vedere una donna incinta che continua a vivere la sua vita”, aggiungendo di essere solo “interessata a poter crescere in un mondo gentile ed amorevole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.