Gemello separato con successo: fratello “parassita” non sopravvive VIDEO

operazione-arabia-saudita-daily-mail

RIYAD – I chirurghi hanno separato con successo un bambino dal suo “parassita gemello” in un’operazione durata 15 ore. Il neonato di nome Haneen, era completamente formato e per questa ragione è stato tagliato via dalla sorella gemella parassita  di nome Farah. La piccola, sfortunatamente non aveva polmoni e cuore  e parte del tessuto cerebrale.

In una procedura estenuante che è iniziata alle 8 del mattino e non è finita fino alle 23 di sera, i medici hanno prima separato l’intestino e il fegato dei gemelli, poi il sistema urinario e il bacino. I gemelli erano collegati tramite l’addome e i fianchi e sono stati separati all’ospedale pediatrico specializzato King Abdullah di Riyad, la capitale dell’ Arabia Saudita.

Non è chiaro come Haneen stia ora, scrive il Daily Mail che pubblica un video girato al termine dell’operazione. Casi di gemelli congiunti si verificano una volta su un milione. Al-Rabiah è il chirurgo che ha operato:  “L’operazione sta andando come previsto ed è un successo. Il Regno dell’Arabia Saudita registrerà quanto sta avvenendo come il 45esimo intervento chirurgico del genere terminato con successo,” ha detto durante una pausa dalla sala operatoria.

L’operazione era molto complicata comportava l’inserimento di piccole videocamere negli uretra dei due bambini. Non è chiaro quanti anni avessero, i due piccoli, nel momento in cui è iniziata l’operazione. Sfortunatamente però, Farah non ce l’ha fatta. Il suo corpicino era privo di organi vitali.

Potrebbero interessarti anche...