A Gaza manca l’acqua: la doccia gelata contro la sla si fa con i detriti VIDEO

26 Agosto 2014 - di lbriotti

WASHINGTON – “Ice bucket challenge”, la doccia gelata virale in tutto il mondo, h anche la sua versione adattata a Gaza dove a causa del conflitto, manca l’acqua. La sfida sui social media che ha coinvolto cittadini e vip lanciata per raccogliere fondi per la Sla, è stata reinterpretata da un giornalista palestinese, Ayman Aloul, che ha lanciato la ‘Rubble bucket challenge’, la doccia di detriti (quelli dei palazzi distrutti dal conflitto con Israele) al posto dell’acqua ghiacciata.



All’inizio l’aveva denominata #RemainsBucket, ma poi ha cambiato l’hashtag con #RubbleBucketChallenge. “Mi piaceva l’idea dell’acqua gelata e così ho deciso di creare la versione palestinese”, ha spiegato Aloul secondo quanto riferisce il Jerusalem Post. Quindi il giovane ha postato il video su YouTube in cui si fa versare addosso il secchio di detriti. Il giornalista precisa di averlo fatto non per chiedere soldi, ma per evidenziare la sofferenza del popolo palestinese dopo i raid israeliani su Gaza. “Noi non abbiamo acqua a Gaza – dice nel video – ma abbiamo macerie in grande quantità”.