Sanremo, Miss Italia tifa Carone-Dalla: “Mi hanno commosso”

SALSO MAGGIORE – Miss Italia ha visto Sanremo e le è piaciuto (forse una delle poche in Italia?). Stefania Bivone dice di essere rimasta “attaccata alla tv per tutta la durata dell’esibizione di Celentano, che va preso così, si sa com’è, è inutile stupirsi. Quando canta, poi, è sempre più bravo, sembra ringiovanito, straordinario”.

“Tra i cantanti – aggiunge  faccio il tifo per Pierdavide Carone e Lucio Dalla: secondo me, la loro ‘Nanì’ è candidata alla vittoria, mi ha commosso. Mi sono piaciute Emma e Francesco Renga. Sono delusa dalla canzone di D’Alessio e Loredana Bertè, anche se loro sono fortissimi. Ora aspetto di ascoltare i giovani”.

Gloria Bellicchi, la Miss del 1998, oggi attrice, invece dice: “Ho guardato il Festival di gusto… sarà poco cool ammetterlo ma, in questi casi, vince la tradizione – spiega  – Mi è piaciuta molto Chiara Civello, la cantautrice jazz: avrei voglia di riascoltare il suo pezzo, non è di quelli che ti restano subito in testa, ma ha qualcosa di prezioso e la sua voce, la sua verve, sono di una passionalità molto moderna. In più, lei è garbata, dolce e sufficientemente sconosciuta da rendere possibile, in caso di vittoria, il rinnovarsi della fiaba che qualche volta tocca alle nuove proposte. E poi – dice ancora Gloria – c’è Nina Zilli: gran classe e grande voce, di un vintage che, non so come, risulta sempre originale ed estremamente raffinato! La sua performance sul palco è stata ‘emozione delicata e melodia con carattere” e, anche il testo, emotivo ma non struggente. Voto Nina”.

Anche Maria Perrusi (Miss Italia 2009) è favorevole a Nina Zilli ma, per lei, “la coppia Carone-Dalla è imbattibile. Aver messo insieme un cantante così giovane con un maestro come Dalla, che tra l’altro lo dirige, è un’idea vincente. Non mi è piaciuto invece l’abbinamento D’Alessio-Bertè”.

Edelfa Chiara Masciotta (Miss nel 2005) non ha dubbi: “Giudico la canzone più che la sua interprete, ‘Ci vediamo a casa’ di Dolcenera. E’ quella che più mi ha colpito per alcune frasi, le parole romantiche, la descrizione di un amore semplice che mi ha fatto piacere ascoltare. Non credo che vincerà il Festival, ma spero che vada avanti il più possibile”.

Francesca Testasecca (Miss Italia 2010) vuol risentire le canzoni prima di giudicarle. “Con i brani nuovi sono sempre in imbarazzo. Per la verità amo i motivi già molto noti, quelli classici, diciamo pure ‘vecchi’. Aspetto comunque le prossime serate per avere idee più precise. Mi ha meravigliato invece il fatto che Morandi sia ricorso anche quest’anno a ragazze straniere: per carità, sono bellissime, ma in Italia abbiamo fior fior di attrici, showgirls”.

Ecco la canzone che ha affascinato la Miss in carica: ‘Nanì’ di Pierdavide Carone e Lucio Dalla: 

Potrebbero interessarti anche...