Gli amici amano essere contattati, anche a distanza di tempo: lo studio

Gli amici amano essere contattati, anche a distanza di tempo: lo studio

15 Luglio 2022 - di Silvia

Chiamo o non chiamo? Quante volte avete esitato a contattare un amico pensando di disturbarlo. Eppure, uno studio pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology evidenzia proprio il contrario. In una serie di esperimenti che hanno coinvolto quasi 6.000 adulti, i ricercatori ha scoperto che, in generale, le persone sottovalutano il valore di “contattare” qualcuno nella loro cerchia sociale. I destinatari, gli amici, si è scoperto, apprezzano invece il piccolo gesto, più di quanto il mittente si aspetti.

La ricercatrice Peggy Liu ha detto che è interessante che la persona che si appresta a fare una chiamata o a mandare un messaggio agli amici spesso sottovaluta l’impatto che ciò può avere. “Sappiamo che le connessioni sociali migliorano il nostro benessere, quindi perché non lo facciamo più spesso?” ha affermato Liu, professoressa associata presso l’Università di Pittsburgh Katz Graduate School of Business. “Ma una ragione”, ha detto Liu, “potrebbe essere che sottovalutiamo quanto sarà apprezzato”. “Non è così costoso inviare un messaggio di testo per dire: ‘Stavo solo pensando a te. Come stai?'”, ha detto.

La pandemia da Covid-19 ha alterato le relazioni umano, portando a un isolamento sociale. Non è un caso che siano aumentati i casi di ansia e depressione, anche nei più giovani. Un’ampia metanalisi pubblicata lo scorso gennaio su JAMA Pediatrics, che ha incluso 29 studi condotti su oltre 80.000 giovani, ha dimostrato che oggi un adolescente su 4, in Italia e nel mondo, ha i sintomi clinici di depressione e uno su 5 segni di un disturbo d’ansia.

La probabilità di disturbi mentali è particolarmente alta fra i ragazzi più grandi che più dei bambini, spiegano gli psichiatri, hanno risentito delle restrizioni che non hanno consentito di vivere in serenità e assieme ai coetanei momenti fondamentali della crescita, dalle prime relazioni all’esame di maturità. Una situazione che potrà purtroppo avere conseguenze negative sul lungo periodo. E’ stato dimostrato che soffrire di depressione durante l’infanzia e l’adolescenza si associa da adulti a una salute peggiore, mentale e non solo, e a maggiori difficoltà nelle relazioni e nella vita in generale. Foto di Anemone123 da Pixabay.

Tags