Scialpi diventa Shalpy: “Errore rifarmi le labbra. Odio la tv e i talent show”

ROMA – C’era una volta Scialpi, ora il cantante emiliano ha cambiato nome: Shalpy. L’artista è sbarcato anche su iTunes, dal 19 novembre, con il singolo “Icon Man. “Un’autentica protesta – spiega Shalpy in un’intervista a Libero – Oggi si è abituati a coprire di negatività gli artisti. Prenda la trasmissione I Migliori Anni di Carlo Conti. Uno va a cantare lì e ti sparano dietro le spalle la tua foto di vent’anni fa. E tutti davanti alla tv a dire ‘Oddio come canta, com’è invecchiato, che pancia, come canta male”.

Shalpy quindi ammette di essersi ossigenato i capelli e di essersi rifatto le labbra: “L’unico errore nella mia vita. Un chirurgo maldestro ha usato silicone e mi ha provocato una fibrosi. Sono stato già operato tre volte per rimediare e dovrò farlo ancora. La colpa è stata del medico ma anche della mia leggerezza. Non mi piacevano le mie labbra, le avevo sottili. Poi bello di natura come sono io non è il caso di ritoccarsi”.

Non manca quindi un attacco ai talent show: “Li uso come sonnifero. Ma ci andrei a cantare Icon man. Il loro fine è creare il reuccio dell’edizione annuale. Bisognerebbe fare un altro talent, qualche anno dopo, con gli stessi concorrenti più un gruppo di psicologi per vedere come sta la mente di quei giovani”.

Il Festival di Sanremo? “Non voglio andarci mai più. Si può essere artisti anche senza. E’ una vetrina? Chissà. Se non ci metti un Saviano che parla mezz’ora o un Celentano che fa il sermone non fa audience. Il Festival dei fiori andava bene 50 anni fa. Dobbiamo imparare dall’intrattenimento mondiale, aprirci”.

Potrebbero interessarti anche...