Categorie
musica

Rita Pavone, il ritorno live senza nostalgia

MILANO – Dopo otto anni di assenza dai palchi, Rita Pavone ha fatto il suo ritorno alla musica dal vivo. Accolta dal caldo applauso e accompagnata dai canti instancabili del teatro linear4Ciak di Milano, la leggenda del pop italiano è ritornata sul palco entrando fra le note swing del suo disco del 2013, ‘Masters’, e proseguendo fra i suoi classici senza mai scadere nelle facili nostalgie.

A garantire freschezza allo show le nuove canzoni, proposte in inglese e in italiano, gli originali arrangiamenti dei grandi successi (dalla ‘Partita di pallone’ al ‘Ballo del mattone’, da ‘Questo nostro amore’ a ‘Non è facile avere 18 anni’), le cover, i medley e le videoproiezioni, ma soprattutto l’energia e la voce della cantante torinese, ora rock, ora blues, sempre limpida e potente.

“Non sarei qui se non fosse per il re dei sorcini, che mi ha fatto ritornare”, ha detto dal palco Rita Pavone: così a inizio concerto c’è spazio anche per un omaggio a Renato Zero con una cover di ‘Mi Vendo’. A intervenire nella serata, eccezionalmente per l’inizio milanese del tour ‘Rita is back’, Enrico Ruggeri e Loredana Bertè, che hanno rispettivamente cantato con Rita Pavone i loro successi ‘Polvere’ e ‘In alto mare’.

1 risposta su “Rita Pavone, il ritorno live senza nostalgia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.