Categorie
musica

Paul McCartney protetto da 1400 poliziotti a Bogotà

Londra (Regno Unito) – Sir Paul McCartney ha ottenuto la protezione di 1400 poliziotti nel corso del suo soggiorno nella capitale colombiana Bogotà la scorsa settimana in occasione del suo concerto di giovedì sera. Da quando la star 69enne e la moglie 51enne Nancy Shevell sono atterrati una sorta di ‘anello di acciaio’ ha protetto la coppia durante la visita alla città con uno dei più alti tassi di criminalità. Non erano in realtà state rilasciate minacce ufficiali ma nulla è stato lasciato al caso e una fonte ha dichiarato al Daily Mirror: “Dal momento in cui l’aereo di Paul è atterrato fino a quando ha lasciato il Paese i funzionari di polizia designati sono stati con lui tutti e due i giorni. Si è trattato di una grande operazione di sicurezza perchè è la più grande star che frequenta il Paese”.

La fonte ha però voluto precisare che le misure di protezione non erano state richieste dal musicista. “Paul è una tipo alla buona – ha spiegato la fonte – la sua unica preoccupazione era fare un buon concerto per i suoi fans”. La fortuna del cantante è però notevolmente cresciuta dopo il matrimonio con Nancy Shevell tanto da valergli il terzo posto nella classifica del Sunday Times dei più ricchi della musica. Dopo il matrimonio svoltosi nell’ottobre del 2011 la moglie ha infatti portato nelle ‘casse’ del marito 150 milioni di sterline, poco più di 180 milioni di euro, dovuti alla su quota di partecipazione nella New England Motor Freight, società di trasporti del padre. La ricchezza di McCartney è così salita da 495 milioni di sterline (più di 600 milioni di euro) a 665 milioni di sterline (circa 800 milioni di euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.