Categorie
musica

Ex bodyguard di Michael Jackson rivendica la paternità di Blanket

Londra (Regno Unito) – Matt Fiddes, l'ex guardia del corpo di Michael Jackson, maestro di arti marziali che si è occupato della protezione della pop star quando viveva nel Regno Unito, ha richiesto una prova legale per dimostrare di essere il padre biologico del figlio più giovane del cantante. Fiddes si starebbe quindi dirigendo negli Stati Uniti per presentare in tribunale i documenti che attestano la sua paternità e per chiedere il diritto di vedere Blanket, 10 anni, il cui nome di nascita è Prince Michael Jackson II. Come riferisce il Daily Star, l'ex guardia del corpo sostiene infatti di aver dato a Jackson una donazione di sperma in un albergo di Londra un anno prima della nascita di Blanket, poi nato nel 2002, ultimogenito della popstar già padre di Prince Michael, 15 anni e Paris, 14.

"Michael è stato loro padre – ha detto Fiddes – e non voglio cambiare questa cosa ma voglio indietro i bambini nella mia vita. L'unico modo è farlo attraverso le vie legali. Penso che Blanket sia mio ma voglio una prova finale". L'ex guardia del corpo ha promesso di fornire ai funzionari un campione del suo DNA che possa confermare le sue affermazioni. Inoltre ha raccontato che la famiglia Jackson si è rifiutata di parlare con lui o di rispondere alle sue lettere dopo la morte della star nel 2009 e che la madre della popstar, Katherine, 81 anni, ha fatto del suo meglio per bloccare le sue suppliche per rivedere il bambino credendo che stesse puntando ai soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.