Categorie
mostre

Panettone Maximo: Roma premia il miglior dolce della Capitale

ROMA – Non è Natale senza il panettone, uno dei dolci più amati della tradizione. Domenica 15 dicembre 2019, dalle 11,30 alle 19,30, al Boscolo Circo Massimo si terrà Panettone Maximo, il primo Festival del Panettone di Roma. La competizione è articolata nelle categorie panettone tradizionale (secondo disciplinare) e panettone al cioccolato (tema libero). Tra i partecipanti ci saranno Achilli Caffè, Antonini, Barberini, Bompiani, Casa Manfredi, D’Antoni, Gruè, Le Levain, Nero Vaniglia, Panzini (Subiaco), Patrizi (Fiumicino), Pompi e Santi Sebastiano e Valentino.

La rassegna ha uno scopo benefico per i pazienti dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù, con una raccolta di panettoni da consegnare alla casa famiglia Istituto delle Suore Francescane della Croce del Libano. L’evento prevede banchi di degustazione, incontri con pasticceri, talk di approfondimento e show cooking di pastry chef come Giuseppe Amato, Marion Lichtle, Marco Nuzzo e Antonella Mascolo. Le loro creazioni per aggiudicarsi il titolo di “Miglior Panettone di Roma“.

“Panettone Maximo – ha spiegato al quotidiano Il Tempo l’organizzatore Fabio Carnevali – nasce dall’esigenza di dare un palcoscenico ai pasticceri della Capitale che producono artigianalmente il panettone. Il panettone, infatti, pur essendo nato a Milano nel ‘500, è il dolce tipico delle feste in tutta Italia e in ogni regione si produce con maestria, secondo un disciplinare che non ammette deroghe. Con questo evento vogliamo appunto dare la possibilità di far conoscere al grande pubblico il panettone prodotto dalle migliori pasticcerie romane, assaggiandolo, acquistandolo o regalandolo ai propri cari”.

E con l’avvicinarsi del Natale sono stati diffusi anche i primi dati nazionali di vendita del dolce tipico della festa per eccellenza in base alle preferenze degli acquirenti: Amazon comunica che il panettone più comprato sulla vetrina Amazon Made in Italy è made in Sicilia. A realizzarlo la pasticceria Fiasconaro con la crema di pistacchio siciliano che lo ricopre.