Questi i pezzi d’archivio Gucci in mostra a Seul

MILANO – Dal 25 aprile al 12 maggio Gucci allestirà una speciale mostra d’archivio dal titolo “Timeless Touch of Craftsmanship: Korean Heritage Meets 91 Years of Gucci Archive” presso il Korea Furniture Museum (KOFUM) di Seul, in Corea. All’interno di un “Hanok”, la tradizionale casa coreana, saranno esposti pezzi unici e introvabili provenienti dall’archivio storico di Gucci accanto a preziosi pezzi d’arredo dell’artigianato coreano.

La mostra, nata come scambio culturale internazionale che mira a promuovere il valore dell’arte manifatturiera tradizionale, intende trasmettere il messaggio universale che l’eccellenza artigianale trascende confini temporali e geografici.Gli artigiani italiani hanno custodito l’impeccabile arte manifatturiera di Gucci e i suoi 91 anni di storia e molti di essi hanno tramandato le proprie tradizioni a figli e nipoti che hanno continuato a lavorare per Gucci. Una mostra davvero speciale che riflette l’apprezzamento di Gucci per il patrimonio storico della Corea e per la filosofia del rispetto delle proprie radici e dei valori della tradizione artigianale, che da sempre caratterizza la Maison. Questa sarà la prima volta in cui Gucci esporrà in Corea 80 pezzi d’archivio. Gli oggetti selezionati rappresentano la tradizione dell’artigianalità insieme al fascino della moda, della creatività e dell’esclusività che oggi si ritrovano nella mostra permanente del Gucci Museo di Firenze. I pezzi d’archivio saranno esposti in una delle dieci case tradizionali del KOFUM, insieme a 1.500 antichi elementi – 300 anni di storia – dell’arredamento tradizionale coreano. La mostra documenterà quanto il patrimonio italiano di Gucci sia in sintonia con il mobilio e i materiali della dinastia Chosun esposti e darà ai visitatori l’opportunità di apprezzare i valori che questi due Paesi rappresentano con la propria arte.

“Questo allestimento speciale è stato concepito per mostrare la stima di Gucci per la lunga e preziosa storia artigianale coreana”, ha dichiarato Frida Giannini, Direttore Creativo di Gucci. “Gucci e il KOFUM condividono la convinzione che il patrimonio storico costituisca la base fondamentale per il progresso e le innovazioni del futuro e spero che i visitatori apprezzino questa collezione unica.”

La Curatrice della mostra è Ms. Misook Jeong, Fondatrice e Direttrice del KOFUM. Dal 1996 Ms. Jeong ha raccolto gli “Hanoks” che erano a rischio di distruzione e li ha fatti trasportare a Seongbuk-dong, trasformandoli in un museo. Ms. Jeong integrerà i pezzi dell’archivio Gucci – dalle borse agli oggetti lifestyle – con la storia, la cultura e l’arte coreana delle case e del mobilio inserendoli in una serie di allestimenti rappresentativi di situazioni diverse. “I pezzi dell’archivio storico di Gucci mostrano il valore dell’artigianalità e del patrimonio del marchio. Con oggetti così preziosi, desideravo immaginare una donna elegante della dinastia Joseon nel costume tradizionale coreano, l’Hanbok, che portasse una borsa Gucci dalla raffinata manifattura”, ha dichiarato “Spero che questa mostra evidenzi la bellezza senza tempo dell’arredamento e degli elementi lifestyle storici della Corea insieme alla tradizionale artigianalità dell’Italia”.

Potrebbero interessarti anche...