Bimbi a rischio obesità se la mamma incinta mangia troppo

NEW YORK -Mangiare per due in gravidanza? Un falso mito che rischia di fare male al vostro bambino. O quanto meno farlo diventare un piccolo obeso. I ricercatori della University of Southampton, negli Stati Uniti, hanno infatti scoperto che gli apporti nutritivi durante la gravidanza possono trasformarsi in depositi di grasso che aumentano il rischio obesità del bambino. Nel migliore dei casi, si trasformano invece in risorse che accrescono il cervello.

Gli scienziati americani hanno esaminato con uno scanner ultrasonico 381 donne incinte che facevano parte del Southampton Women’s Survey. I ricercatori hanno misurato il flusso di sangue che dalla placenta arrivava al feto. Il sangue poteva andare verso il fegato oppure, bypassandolo, dirigersi al cuore o al cervello.

Dopo aver raccolto i dati li hanno confrontati con quelli relativi al grasso dei bambini alla nascita e all’età di 4 anni. E’ risultato che maggiore era il flusso di sangue che arrivava al feto nella fase finale della gravidanza e di più era il grasso corporeo del bimbo alla nascita e all’età di 4 anni.

Se la placenta era più piccola, invece, arrivava meno sangue al fegato e il sangue andava direttamente verso il cervello.

Questo perché in origine la necessità di avere un grande cervello alla nascita aveva portato il feto a sviluppare una risposta nell’afflusso sanguigno che assicurasse l’arrivo al cervello di nutrienti anche quando dalla madre non arrivavano a sufficienza. Solo che adesso questa predisposizione porta ad un aumento dei rischi, per il piccolo, di obesità e diabete.

Potrebbero interessarti anche...