Figli dopo i 30 anni? Allungano la vita

Figli dopo i 30 anni? Allungano la vita

BOSTONO – Figli dopo i 30 anni? Non solo è più che possibile, ma fa anche vivere più a lungo. E’ quanto hanno scoperto i ricercatori della Boston University e del Boston Medical Center. Ovviamente il beneficio è a vantaggio solo delle donne che riescono a restare incinte naturalmente, senza ricorrere ai metodi di procreazione medicalmente assistita.

Secondo gli scienziati, le donne che hanno dei figli dopo i 33 anni hanno due volte le probabilità di vivere fino a 95 anni rispetto a quelle che hanno partorito a 29 anni.

“Le donne non dovrebbero ritardare ad avere figli sulla base di questo studio”, ha spiegato in un’intervista ai media statunitensi il dottor Thomas Perls, autore della ricerca. A suo parere questi risultati dovrebbero fare riflettere chi critica le donne che restano incinte naturalmente alla soglia della mezza età.

“I critici dicono che saranno troppo vecchie per prendersi cura dei loro figli, invece vorrei scommettere che queste donne stanno invecchiando eccezionalmente bene”.

Perls ha poi fatto l’esempio dell‘attrice Halle Berry, rimasta incinta a 46 anni. “Sembra incredibilmente giovane”, ha detto il medico. I critici tuttavia ribattono che il caso della star è l’eccezione, non la regola, perché la fertilità diminuisce con l’età, e molte donne si devono rivolgere a tecniche di riproduzione assistita per rimanere incinte intorno ai 40 anni.

Potrebbero interessarti anche...