In hotel con la crisi: prima rinuncia, il minibar

5 Giugno 2012 - di aavico

Milano – Non sempre si possono avere tutti i comfort del mondo al minor prezzo possibile. Lo sanno bene i turisti che hanno partecipato all'ultimo sondaggio lanciato dal primo portale di ricerca e confronto prezzi hotel europeo trivago.it. Cosa rinuncereste in hotel o in camera pur di risparmiare durante le prossime vacanze estive? Queste sono le due domande alle quali hanno risposto 12.172 votanti. Sul totale dei voti raccolti, il 28 per cento rinuncerebbe alle attrezzature sportive in albergo. Per quanto riguarda la stanza d'albergo, una maggioranza relativa pari al 42 per cento farebbe senza esitazione a meno del minibar mentre appena il 3 per cento si priverebbe della sempre più indispensabile aria condizionata.



In particolare, i più numerosi a rinunciare all'animazione sono i tedeschi con il 53 per cento, poi americani e italiani rispettivamente con il 48 e il 39 per cento. A seguire inglesi (34%), greci (33%), spagnoli (31%), polacchi (30%), francesi (27%) e portoghesi (24%). Pochi invece i viaggiatori disposti a pernottare in un hotel senza ristorante: i buongustai per eccellenza sono gli italiani e gli spagnoli (con il 4%), ma tendezialmente quasi tutti i votanti non rinuncerebbero a mangiare in albergo. I più pigri sono gli spagnoli (37%), disposti a rinunciare alle attrezzature sportive insieme a inglesi (35%), francesi e greci (30%), polacchi (28%), italiani (27%) e portoghesi (25%).