“Hot”, l’erotismo si mostra: l’arte racconta l’evoluzione della sessualità

MILANO – La Galleria De Magistris a Milano ospiterà una mostra di forte impatto, “hot”, come recita il titolo, in cui si racconta l’evoluzione della sessualità nell’arte.

“HOT”, di Luca Beatrice, nasce dalla costola del suo ultimo saggio “Sex – Erotismo nell’arte da Courbet a YouPorn” e indaga il tema dell’erotismo in una chiave accattivante e aggiornata.

L’esposizione della mostra è a cura proprio di Beatrice e ci accompagna lungo un excursus della storia iconografica del sesso attraverso i disegni più classici, come quelli di Jean Cocteau e il lavoro di Peter Klasen negli anni ’70, fino ad arrivare alla fotografia contemporanea, senza tralasciare la pittura e coinvolgendo anche giovani emergenti.

HOT esamina anche il concetto di oscenità, che scaturisce dalla relazione dell’opera d’arte con i mass media.

ARTE E EROTISMO E PORNOGRAFIA, IL CONFINE – Un’ esposizione forte, che indaga sui temi “hot” che da Courbet a Man Ray e Schiele arriva alle performance di Vanessa Beecroft e passa per gli spettacoli di Madonna, il burlesque e il web, affrontando il tema del confine, a volte sottile, fra arte, erotismo e pornografia.

In esposizione anche i condom di Keith Haring e i sex toys d’artista.

Tra gli artisti presenti in mostra ricordiamo: Nobuyoshi Araki, Toni Thorimbert, Richard Kern, Antonio Guccione, Lady Tarin, Francesco Tricarico, Arash Radpour, Francesco de Molfetta, Daniele Galliano, Jean Cocteau, Christian Zucconi & Mustafa Sabbagh, PeterKlasen, Fulvia Monguzzi, Mario Schifano, Plinio Martelli e Sabrina Milazzo.

La mostra, guidata da Benedetta De Magistris, sarà aperta dal 24 Maggio al 6 Luglio 2013 e durante il periodo dell’esposizione saranno organizzati talks ed eventi con personalità del mondo dell’arte, dello spettacolo, della moda e giornalisti.

Potrebbero interessarti anche...