Innamorarsi di un uomo… sposato. Cosa fare e come comportarsi?

innamorarsi di un uomo sposato

ROMA – L’avete conosciuto, vi siete piaciuti ed è nata subito una frequentazione; oppure, dopo mesi di sguardi, battutine e confidenze, avete scoperto di sentire reciprocamente qualcosa di più di un semplice sentimento d’amicizia. Tutto perfetto, tranne un “piccolo” particolare: lui è sposato. Cosa fare dunque?

Avere una relazione con un uomo sposato è qualcosa che accade spessissimo, fin dalla notte dei tempi potremmo dire, e purtroppo a farne le spese quasi sempre sono le donne, costrette magari per anni ad indossare i panni dell’amante, nella speranza di un cambiamento che avviene raramente. Sgombrando il campo dalle illusioni infatti e mettendo da parte per un attimo le storie d’amore che tanto ci appassionano, bisogna ammettere che un uomo sposato difficilmente lascia la moglie per l’amante, e se si ha intenzione di portare avanti una relazione con un uomo impegnato, è bene chiarirsi subito le idee su cosa si vuole e soprattutto su cosa realmente ci si può aspettare.

Secondo Monica Morganti e Sara Eba Di Vaio, autrici di “ Se il tuo “lui” è sposato. Istruzioni per l’uso”, vero e proprio manuale per gestire al meglio una relazione con un uomo impegnato, la condizione fondamentale per vivere, senza farsi del male, un simile rapporto, è intraprenderlo in piena coscienza e con giudizio. Altrettanto importante però è chiedersi perché, fra tanti uomini liberi, abbiamo scelto di affidare il nostro cuore e le nostre speranze proprio ad un uomo sposato, che difficilmente potrà darci stabilità e chiarezza. In molti casi a spingerci nelle braccia di un uomo impegnato sono il bisogno di sfida, la voglia di trasgredire, l’inconscio desiderio di non impegnarci davvero più che un sentimento d’amore vero e proprio; essere consapevoli di questo ci aiuterà a vivere la relazione con la giusta leggerezza, evitando di rovinarci le giornate e di incastraci in dinamiche psicologicamente molto dannose.

Se invece scoprissimo di essere finite in una relazione con un uomo sposato spinte da un reale sentimento e da un’autentica voglia di costruire un futuro insieme a lui, allora sarà bene darsi delle regole precise, grazie alle quali tentare di coronare il nostro sogno, evitando però di sprecare i migliori anni della nostra vita. Ecco dunque alcuni suggerimenti pratici per affrontare una relazione con un uomo impegnato e per capire se la relazione ha davvero un futuro.

Avere piena consapevolezza della situazione. Molto spesso, trascinate dalla passione e abbagliate dalle belle parole di lui, noi donne tendiamo a voler dimenticare la situazione in cui ci troviamo: non c’è niente di più dannoso. Solo avendo una consapevolezza piena della condizione in cui viviamo il nostro rapporto ci permetterà, eventualmente, di modificarla; non bisogna dunque aver paura di chiedere spiegazioni e di far capire, da subito, che non intendiamo ricoprire il ruolo di amante a vita.

Verificare che lui non sia un fedifrago seriale. Questo è una questione fondamentale da capire se si ha realmente intenzione di costruire un futuro insieme; alcuni uomini infatti possono passare da una relazione clandestina all’altra con grande facilità, senza che questo intacchi minimamente il loro menage familiare. Se avete dunque l’impressione di essere l’ultima di una lunga serie di amanti, non vi resta che fuggire il più lontano possibile. E anche se lui vi dicesse che con voi tutto è diverso, non credetegli: lo ha sicuramente già detto a molte altre.

Non intromettersi nella sua vita: è lui che deve fare chiarezza. Mettere a conoscenza la moglie della vostra esistenza, con la speranza che questo velocizzi la rottura fra loro, è un errore comune da evitare; non solo non è detto che le vostre dichiarazioni sortiscano l’effetto desiderato, ma così facendo rischiereste di apparire sfacciate e soprattutto correreste il rischio di compromettere la vostra relazione in futuro. Questo discorso vale ancora di più se ci sono di mezzo dei bambini, che andrebbero sempre tutelati; lui e solamente lui può scegliere di fare chiarezza e a voi non resta che fargli presente le vostre esigenze.

Non giustificarlo. Questo è un altro di quegli errori comuni che si commettono quando ci si innamora di un uomo sposato; giustificare i suoi ritardi, le sue mancate promesse o le piccole bugie non vi aiuteranno a tenervelo più stretto, ma solo a confondervi le idee e ad apparire, ai suoi occhi, delle donne facili da manipolare. Metterlo di fronte alle sue responsabilità invece vi renderà più forti e soprattutto vi aiuterà a capire meglio chi avete di fronte.

Darsi un tempo ragionevole oltre il quale prendere delle decisioni. Sarebbe folle aspettarsi che lui lasci la moglie dopo appena un mese di frequentazione con voi, ma se sono passati anni e lui continua a non sentirsi pronto per un cambiamento, state solo perdendo tempo. Così come è importante infatti darsi e dargli un tempo per capire se ci può essere davvero un futuro, altrettanto importante è non sprecare i propri anni rincorrendo una falsa speranza. Prendere delle decisioni chiare e allontanarsi possono essere inoltre l’unico modo, in certi contesti, per capire se lui tiene veramente a voi e ad un’eventuale vita in comune.

Una volta stabiliti dei parametri generali grazie ai quali è possibile vivere “serenamente” una relazione con un uomo sposato, è necessario però sottolineare come, secondo le numerose statistiche presenti sul web, solo una donna su dieci riuscirebbe a “convincere” il suo uomo a lasciare la moglie per cominciare una nuova vita con lei; alla luce di questo dunque non si può non notare come mettersi con un uomo sposato sia sempre un’esperienza ambigua e incerta, foriera più di dolori che di gioie. Infine, è chiaro che nella vita tutto è possibile e che ogni storia è unica, ma provare a mettersi nei panni di una moglie ignara e tradita è il primo passo forse per capire davvero se “l’impresa vale la spesa”.

 

Potrebbero interessarti anche...