Divorzio, 15% di donne di mezza età rischia bulimia o anoressia

Anoressia e bulimia, come il cervello vince la fame

ROMA – Il divorzio può essere causa di forti disturbi alimentari per le donne di mezza età. Il 15 per cento (circa una su dieci) delle donne di mezza età divorziate ha infatti dovuto combattere o l’anoressia o la bulimia. Con donne di mezza età si intende, secondo quanto accertato da una ricerca britannica riportata dal Daily Mail, quelle di età compresa tra i 40 ed i 50 anni. Fino a poco tempo fa si pensava che le donne sopra i 30 o i 40 anni potessero non correre più il rischio di avere disturbi alimentari (solitamente tipici delle adolescenti), ma secondo lo studio il divorzio farebbe o crescere l’appetito nervoso, oppure far cessare del tutto l’appetito stesso.

Il pericolo di bulimia e anoressia per le donne sopra i 40 anni è quindi dovuto a specifici cambiamenti di vita e di routine quotidiana, sconvolgimenti emotivi, episodi legati a fortissimo stress, tra cui appunto la rottura del matrimonio. Un caso su tutti? Quello di Angelina Jolie che di certo non sta vivendo un momento facile, dopo il divorzio con Brad Pitt, la battaglia per l’affidamento dei figli e i numerosi gossip che sono circolati in questi mesi su di lei e sulla sua famiglia. Sicuramente lo stress deve avere impattato sulla sua alimentazione e infatti nelle ultime sue foto l’ex moglie di Brad Pitt appare molto magra.

Potrebbero interessarti anche...