Oscar, "The Help": Viola Davis e il dibattito sui ruoli per i neri

Oscar, "The Help": Viola Davis e il dibattito sui ruoli per i neri

Los Angeles (California) – La candidatura agli Oscar per Viola Davis ha causato dibattito tra gli afroamericani negli Stati Uniti. La maggior parte sperava che l'attrice, che in 'The Help' interpreta una cameriera, diventasse la seconda donna di colore a vincere la statuetta come migliore attrice protagonista. Perciò ci è stata una diffusa delusione quando il premio dell'Academy è stato assegnato a Meryl Streep. Tuttavia, il sentimento è ambivalente: oltre al rammarico, molti hanno provato sollievo perché un ruolo comunque stereotipato non sia stato premiato.

Robinne Lee, attrice di colore che è apparsa di fianco a Will Smith in 'Sette anime' e 'Hitch' ha detto in un'intervista che la Streep incarna l'eccellenza e meritava di vincere. "Ma Viola aveva intorno tanto clamore quest'anno e c'era così tanto entusiasmo che ha portato a molte controversie nella comunità nera, perciò la perdita è stata una delusione". La Lee ha provato un misto di emozioni, dal momento che è ansiosa di vedere film più diversificati con una più ampia scelta di ruoli.

Ad aumentare le aspettative è stata anche la vittoria di Octavia Spencer come attrice non protagonista, sempre in 'The Help', una storia sui rapporti tra cameriere nere e i loro datori di lavoro bianchi nel Mississippi degli anni '60.
Prima di domenica, solo 13 attori neri avevano ricevuto la più alta onoreficenza di Hollywood in 84 anni di storia degli Oscar. Solo Halle Berry è stata scelta come migliore attrice protagonista, per la syua interpretazione in 'Monster's Ball'. La prima afro-americana a vincere un Oscar come attrice non protagonista è stata Hattie McDaniel per l'interpretazione di Mammy in 'Via col vento'. Da allora, un'alta percentuale di candidati e vincitori avevano recitato come schiavi, despoti africani, destinatari di previdenza sociale, madri disfuzionali, musicisti tossicodipendenti e poliziotti spacciatori.

Con la statuetta alla Spencer, è la seconda volta che il ruolo di cameriera porta all'Oscar. Intanto la Streep ha guadagnato il terzo Oscar della sua trascendentale carriera per aver interpretato l'ex primo ministro britannico Margaret Thatcher. Il che ha portato la Lee a chiedersi "Quanto sarebbe d'ispirazione se potessimo essere candidati in ruoli in cui interpretiamo re, regine, politici, scrittori, artisti, ballerini… Potremmo spiccare il volo".

Potrebbero interessarti anche...